Suicida ex pentito e infiltrato del Ros, Bruno Fuduli aveva denunciato di sentirsi abbandonato dallo Stato

Carabinieri

L’hanno trovato morto lunedì pomeriggio nella sua casa di Filandari, in provincia di Vibo Valentia. Bruno Fuduli, ex collaboratore di giustizia ed infiltrato dei carabinieri del Ros di Catanzaro, si è tolto la vita impiccandosi. Il suo corpo è stato trovato da un amico.

La procura della Repubblica di Vibo Valentia ha avviato gli accertamenti di rito dai quali, comunque, non è emerso alcun elemento che possa fare supporre la responsabilità di terzi nella morte di Fuduli.

L’ex pentito aveva 57 anni: era imprenditore nel campo dei marmi, poi divenuto broker al servizio delle organizzazioni di Natale Scali, nel Reggino, e di Vincenzo Barbieri, nel Vibonese. Era uscito volontariamente dal programma di protezione perché, aveva detto in più occasioni, si sentiva abbandonato dallo Stato.

Grazie alla collaborazione di Fuduli e al suo ruolo di infiltrato, la Dda di Catanzaro convenzionò l’inchiesta ‘Decollo’ su un traffico internazionale di droga che nel 2004 portò a centinaia di arresti tra tra Colombia, Venezuela, Australia e diverse regioni d’Italia. Da infiltrato, Fudili si ere recato più volte in Sud America per trattare coi narcos.

Leggi anche:
– Corruzione al mercato ortofrutticolo di Milano, ai domiciliari il direttore generale della Sogemi e 2 imprenditori
– Napoli, sequestrati 140 chili di ‘botti’ Denunciate 2 persone a Poggioreale
– Ex Ilva, ArcelorMittal: «L’altoforno resta acceso. Sospeso lo spegnimento»
– Open Arms, Salvini accusato di sequestro di persona e omissione di atti d’ufficio. L’ex ministro: «Per me è una medaglia»
– Spaccio di stupefacenti, blitz dell’Arma tra Napoli, Salerno e Messina: 36 arresti. Droga destinata anche ai carcerati | Video
– Silvia Romano «è un ostaggio politico», la cooperante italiana portata in Somalia da un gruppo islamista legato ad Al Qaeda
– Ex Ilva, ArcelorMittal lascia a secco anche autotrasportatori e fornitori: «Fatture non pagate, la gente non ha pià futuro»
– Ilaria Cucchi querela Matteo Salvini: «Lo devo a Stefano, lo devo ai miei genitori»
– Genova, biblioteca chiusa per mancanza di addetti: la struttura riaprirà grazie ai detenuti

martedì, 19 novembre 2019 - 12:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA