Crolla viadotto in Liguria, una vittima ad Alessandria, scuole chiuse a Reggio: bilancio di una domenica ‘bestiale’

Crollo viadotto di Altare
Un'automobilista scende dal veicolo per avvisare gli altri mezzi in arrivo dell'avvenuto crollo del viadotto sulla Torino-Savona. +++ TWITTER/@Noovyis

Strade chiuse, smottamenti, frane. Ed un viadotto che è venuto giù sotto il peso di un costone crollato sotto per le forti piogge. L’Italia soffre per il maltempo, da Nord a Sud. Gravi danni in Liguria, nel Savonese, ma a pagare il tributo sono anche la Campania e la Calabria. Una vittima in provincia di Alessandria.

Non ci sono vittime invece per il crollo del ponte autostradale ad Altare, in provincia di Savona. Intorno alle 14 di ieri una massa di fango si è staccata dalla collina ed è piombata sul viadotto Madonna del Monte. Inizialmente si temeva una vittima, il bilancio per fortuna è positivo: nessun coinvolto tra gli automobilisti che quotidianamente affrontano quel cavalcavia. Provvidenziale l’intervento di Daniele Cassol, vigilante di 56 anni, che ha fermato il traffico dopo essersi reso conto di quanto accaduto. Tra le vetture che è riuscito a fermare, anche un pullman.

«Serve un piano straordinario di manutenzione» ha affermato il governatore Giovanni Toti, che rinnoverà la richiesta al ministro De Micheli, in un sopralluogo al viadotto crollato, oggi quando il maltempo dovrebbe finalmente concedere una tregua.

Una voragine di una decina di metri si è aperta ieri sera sull’autostrada A21 Torino – Piacenza, tra Asti e Villanova. Un’auto in transito in quel momento è riuscita ad evitarla per un soffio. La polizia stradale ha bloccato il traffico. Il terreno, secondo una prima ricostruzione, è sprofondato a causa della pioggia incessante che da giorni si sta abbattendo su tutto il Piemonte.

E’ un lunedì difficile per chi si deve mettere in viaggio sulle autostrade del Piemonte. La protezione civile invita alla massima prudenza, con il nodo di Torino che potrebbe essere particolarmente congestionato, per l’interruzione di tutte le autostrade, ad eccezione della Torino-Milano. In particolare, la A6 Torino-Savona è interrotta nelle due direzioni tra Savona ed Altare verso nord e tra Millesimo e Savona verso sud. La A5 Torino-Aosta è interrotta tra Ivrea e Pont St. Martin, con transito dei soli veicoli leggeri su viabilità alternativa; i mezzi pesanti provenienti da Francia, Svizzera e Piemonte sono deviati verso il tunnel del Frejus, fino a nuove disposizioni. La A21 Torino-Piacenza, infine, è interrotta in entrambi i sensi di marcia tra i caselli di Asti Ovest e Villanova d’Asti.

Un’auto è finita nel fiume Bormida, in provincia di Alessandria, a causa dell’ondata di maltempo che sta interessando la zona. I vigili del fuoco hanno recuperato i due occupanti, che sono stati trasferiti in ospedale. E nel pomeriggio di ieri  i vigili del fuoco, con l’ausilio dei carabinieri, hanno recuperato il cadavere della 52enne travolta dal fiume Bormida e dispersa a Sezzadio, nell’Alessandrino. La donna si stava recando al lavoro, in una casa di riposo della zona, e dopo aver lasciato la sua auto si è incamminata a piedi lungo la strada provinciale 186, utilizzando il telefono cellulare per far luce nel buio. Presa dal panico per il livello dell’acqua, che continuava a salire, quando ha raggiunto l’auto, che nel frattempo aveva superato le transenne violando il divieto di circolazione, ci si è aggrappata. La donna sperava così di salvarsi, ma una ondata di piena ha travolto il mezzo e la donna.

Sono circa mille le persone isolate in Valle d’Aosta a causa delle valanghe che hanno portato alla chiusura di alcune strade regionali. Le situazioni più critiche nella valle del Lys, dove Gressoney-La-Trinité è isolata a causa delle slavine che incombono sulla regionale. Interrotta anche la strada che porta a Champorcher a causa di una valanga finita sulla carreggiata. Chiuso anche il tratto finale della strada della Val Savarenche. In tutta la Regione, l’allerta meteo è arancione. Convocato d’urgenza il comitato viabilità.

È stato di 129 centimetri il picco dell’acqua alta a Venezia alle ore 9. Le previsioni di una marea massima di 140 centimetri non si sono concretizzate. Il Centro maree del Comune di Venezia, informa che si deve attendere ancora un po’ per sapere la marea massima che interesserà la laguna, in particolare la Punta della Salute.  

L’acqua alta non é soltanto a Venezia. Il fenomeno si può determinare anche in Calabria, com’é successo oggi. Solo che in questo caso, a provocare gli allagamenti abbondanti di strade, sottopassi, case, scantinati e negozi non é il mare ma l’acqua piovana, che a causa della mancata attuazione dei necessari interventi per il deflusso, come la manutenzione e lo sblocco di grate e tombini, si accumula, determinando condizioni di disagio e pericolo per la popolazione. A Reggio ma anche in altre località della Calabria, in particolare a Lamezia Terme, si sono vissuti momenti di paura per le piogge abbondanti. I vigili del fuoco hanno dovuto rispondere a decine di richieste di soccorso soprattutto da parte di automobilisti rimasti bloccati con le loro vetture nelle strade allagate e di persone che abitano in locali a piano terra letteralmente sommersi dall’acqua.

Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, ha disposto la chiusura per oggi 25 novembre, delle scuole di ogni ordine e grado «in seguito al perdurare – é detto in un comunicato – delle condizioni di allerta meteo in relazione al messaggio di allertamento diffuso dalla Sala operativa della Protezione civile della Regione Calabria».

Leggi anche:
Maltempo, danni a Napoli e provincia: straripa il Sarno a Castellammare, allerta meteo prorogata fino alle 14 di oggi
– Palermo, uccisa a coltellate dall’amante L’ultimo grido di pietà: «Sono incinta» Arrestato 51enne, ha confessato
– Sorrento, processo sullo stupro nel ristorante: gli imputati non si presentano e dagli esami tossicologici non v’è certezza
– «Niente casa popolare a una famiglia se un suo componente ha commesso reato»: la proposta leghista che sfida la Costituzione
– Calcio, scommesse su partite truccate di Lega Pro: tre ai domiciliari, c’è anche un giocatore del Foggia
– Maltempo, a Genova esondazioni e allagamenti: sfollate 19 persone
– Donna uccisa a coltellate nel Palermitano, fermato un 51enne accusato di omicidio
– Violenza sulle donne, una vittima ogni 15 minuti e aumentano i casi di femminicidio
– Stop alla notifica via posta, le multe e le comunicazioni consegnate via web
– Tentata rapina a un portavalori, raffiche di kalashnikov contro i carabinieri per sfuggire all’arresto
– Caso Alan Kurdi, archiviata l’indagine su Matteo Salvini: era accusato di abuso d’ufficio e rifiuto di atti
– In auto con 40 chili di stupefacenti, 2 arresti a San Giovanni a Teduccio
Rissa e coltellate in un bar del Napoletano, quattro giovani agli arresti domiciliari 
Emendamento alla Manovra, cambiano le scadenze fiscali: quella del 730 spostata dal 23 luglio al 30 settembre 
– «Maria de Marco incompatibile»: l’accusa delle associazioni dopo la discussa nomina del nuovo vertice di Asìa 

lunedì, 25 novembre 2019 - 08:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA