Fiamme in una società di gestione rifiuti di Pascarola, interdittiva per il legale rappresentante: il rogo fu colposo

L'incendio a Pascarola, località di Caivano

Avrebbe appiccato un incendio per ‘sanare’ criticità ambientali che erano state riscontrate sul piazzale esterno della sua società di gestione dei rifiuti solidi urbani nella zona industriale di Pascarola. Il rogo, nel luglio del 2018, causò grande allarme anche perché altri incendi si erano verificati in siti simili della Campania. A distanza di un anno e mezzo dai fatti, oggi il legale rappresentante della società, che è pure aderente a diversi consorzi di filiera, è stato raggiunto dalla misura della interdittiva di un anno del divieto di esercitare attività di impresa. L’uomo è accusato di incendio colposo.

L’indagine coordinata dalla procura di napoli Nord è stata svolta dai carabinieri del nucleo investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale della compagnia di Napoli e della tenenza di caivano. L’opificio era stato oggetto di controllo prima dell’incendio, ed erano state riscontrate diverse criticità da sanare. Pochi giorni dopo la conflagrazione in piena Terra dei Fuochi, con le inevitabili conseguenze ambientali su un territorio già martoriato.

Leggi anche:
– 
Spari contro un’auto ai Quartieri Spagnoli, bersaglio dell’intimidazione è un 62enne dipendente dell’Asìa 
– Fondo salva Stati, intesa dopo vertice notturno a Palazzo Chigi: decisione solo dopo la risoluzione delle Camere 
– Uccide il marito dandogli fuoco, il gip convalida il fermo: disposto il carcere, la donna è rimasta ustionata nel rogo
– Il compagno l’aggedisce, lei fugge scalza in caserma e denuncia: arrestato 35enne
– Operazione ‘Buche d’Oro’, 9 arresti per corruzione nei lavori di manutenzione sulle strade Anas di Catania
– Londra, l’aggressore già condannato per terrorismo: era in libertà vigilata
– L’Aja come Londra: passanti accoltellati nelle vie delle shopping, 3 feriti
– Paura a Londra, attentatore accoltella i passanti sul London Bridge: la polizia gli spara e lo uccide, tre morti
– La mamma scappa in Africa con la figlia, il papà: «Aiutatemi a riabbracciare Layla». Sporta denuncia ai carabinieri di Portici
– Maltrattamenti sui bambini, tre insegnanti ai domiciliari: tra di loro anche una suora
– Omicidio Sacchi, nello zaino di Anastasia c’erano 70mila euro: compravendita di 15 chili di marijuana, nubi sul ruolo di Luca
– Litiga con la moglie e la uccide colpendola con una pietra: arrestato un 67enne
– Da Amsterdam con un chilo di stupefacenti: la finanza arresta un ‘corriere’ americano a Capodichino
– Prova a sfuggire alla polizia ma viene bloccato: in auto aveva quasi 2 chili di droga
– Due cadaveri ritrovati a chilometri di distanza nel Bresciano, per gli inquirenti si tratta di omicidio-suicidio
– Riforma prescrizione, il pm Maresca la boccia: «Creerà ingorghi in Corte d’Appello ed eterni giudicabili»

 

lunedì, 2 dicembre 2019 - 10:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA