Autostrade, dalle carte sul Ponte Morandi una nuova inchiesta sulla sicurezza delle barriere fonoassorbenti: cinque indagati

Guardia di Finanza

Un nuovo filone di inchiesta ‘travolge’ Autostrade. Cinque persone sono indagate nell’ambito di una indagine focalizzata sui rivestimenti fonoassorbenti delle barriere autostradali. Gli indagati sono ex manager e dirigenti di Aspi e di Spea accusati di frode in pubbliche forniture e attentato alla sicurezza ed alla sicurezza dei trasporti. L’indagine è partita da alcuni parziali cedimenti dei pannelli in A12.

Secondo quanto emerso, dalle carte sull’inchiesta del crollo del Ponte Morandi di Genova sarebbero emersi indizi su alcune criticità in materia di sicurezza delle barriere integrate modello ‘Integautos’ con riferimento al primo tronco autostradale dove si sono verificati anche incidenti. I militari della Guardia di Finanza stanno cercando, nel corso delle perquisizioni presso le sedi di Aspi e Spea, documenti, relazioni di calcolo, progetti, contratti.

Leggi anche:
– 
Deposito di ordigni scoperto in un garage a Pompei, era a rischio esplosione: 30enne arrestato dai carabinieri 
– Svaligiavano garage e cantine poi piazzavano la refurtiva nei mercatini: 2 indagati in provincia di Avellino 
Azienda isolata da trenta mesi per un cavalcavia sotto sequestro sulla A16, i dipendenti scrivono a Benetton 
– Bollette ‘pazze’, rimborsi e bonus danni per le vittime: approvato in Senato emendamento di Fdi alla Manovra 
– Clan Moccia, la black list dei commercianti ai quali imporre il pizzo: 18 arresti
– Ha villa a mare e reddito di cittadinanza, denunciato 58enne: è ritenuto vicino agli ambienti della ‘ndrangheta
– Camorra, scacco ai De Rosa: 16 arresti Ordigni esplosivi e minacce per piegare le vittime del racket | I nomi degli indagati
– Terrorismo, per i pm indottrinava i bambini al martirio: inflitti 5 anni al presidente di un’associazione culturale islamica
– Milano, scontro filobus-camion rifiuti: indagati i conducenti dei mezzi, verifiche sul cellulare dell’autista Atm
– Cafiero de Raho: «Le mafie sparirebbero senza contante. Ma in Italia non si vuole eliminare l’evasione»
– Accusato di avere tentato di truffare il Fondo per le vittime di usura ed estorsione, ristoratore a processo
– Spara al cugino per una questione di eredità: 30enne arrestato nel Napoletano
– Azienda per il recupero di carta e imballaggi stoccava rifiuti speciali a Volla Sequestrati beni per oltre un milione
– ArcelorMittal, Conte propone l’ingresso di «aziende a partecipazione pubblica»
– Abusò della cugina dopo una serata in discoteca, 27enne in carcere: dovrà scontare 4 anni di reclusione

 

martedì, 10 dicembre 2019 - 13:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA