Disordini e morte in piazza San Carlo a Torino, il sindaco Appendino chiede il rito abbreviato

chiara appendino

Per i fatti di piazza San Carlo il sindaco di Torino Chiara Appendino (Cinque Stelle) ha chiesto il rito abbreviato. La prima cittadina è indagata per disastro, lesioni e omicidio colposo per quanto avvenuto la notte del 3 giugno 2017, quando due persone persero la vita e 1500 rimasero ferite mentre, nella grande piazza del capoluogo piemontese assistevano alla finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. I disordini furono causati dall’utilizzo di spray urticante da parte di una banda di malviventi. A perdere la vita furono due donne: Erika Pioletti dopo 12 giorni in ospedale e Marisa Amato dopo oltre un anno e mezzo di cure.

«Con questa scelta – spiega – è mia intenzione contribuire a favorire una più rapida conclusione del processo e la conseguente definizione delle responsabilità in sede giudiziaria. Naturalmente sono convinta che, qualunque sia l’esito in  tribunale, nulla potrà lenire il dolore di chi ha perso una persona cara e, per tutta la nostra comunità cittadina, niente riuscirà cancellare definitivamente il ricordo di quella tragedia».

«Tuttavia – prosegue la sindaca – per rispetto a coloro che sono state le vittime di quanto accaduto in piazza e, allo stesso modo, per rispetto a chi quella sera e nei giorni che l’hanno preceduta ha svolto compiti e ha avuto responsabilità nell’organizzazione di quell’evento, ritengo importante che il giudizio sulle responsabilità per me, che rivesto un ruolo pubblico, arrivi il prima possibile».

Leggi anche:
– 
I Roxette perdono la loro voce, a 61 anni Marie Fredriksson sconfitta dal tumore al cervello: era malata dal 2002 
– Deposito di ordigni scoperto in un garage a Pompei, era a rischio esplosione: 30enne arrestato dai carabinieri 
– Svaligiavano garage e cantine poi piazzavano la refurtiva nei mercatini: 2 indagati in provincia di Avellino 
Azienda isolata da trenta mesi per un cavalcavia sotto sequestro sulla A16, i dipendenti scrivono a Benetton 
– Bollette ‘pazze’, rimborsi e bonus danni per le vittime: approvato in Senato emendamento di Fdi alla Manovra 
– Clan Moccia, la black list dei commercianti ai quali imporre il pizzo: 18 arresti
– Ha villa a mare e reddito di cittadinanza, denunciato 58enne: è ritenuto vicino agli ambienti della ‘ndrangheta
– Camorra, scacco ai De Rosa: 16 arresti Ordigni esplosivi e minacce per piegare le vittime del racket | I nomi degli indagati
– Terrorismo, per i pm indottrinava i bambini al martirio: inflitti 5 anni al presidente di un’associazione culturale islamica
– Milano, scontro filobus-camion rifiuti: indagati i conducenti dei mezzi, verifiche sul cellulare dell’autista Atm
– Cafiero de Raho: «Le mafie sparirebbero senza contante. Ma in Italia non si vuole eliminare l’evasione»
– Accusato di avere tentato di truffare il Fondo per le vittime di usura ed estorsione, ristoratore a processo
– Spara al cugino per una questione di eredità: 30enne arrestato nel Napoletano
– Azienda per il recupero di carta e imballaggi stoccava rifiuti speciali a Volla Sequestrati beni per oltre un milione
– ArcelorMittal, Conte propone l’ingresso di «aziende a partecipazione pubblica»
– Abusò della cugina dopo una serata in discoteca, 27enne in carcere: dovrà scontare 4 anni di reclusione

 

martedì, 10 dicembre 2019 - 14:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA