Pupetta Maresca, la donna che sfidò Cutolo, chiese aiuto ad Adolfo Greco per sistemare il figlio: la storia in una lettera

L'imprenditore stabiese Adolfo Greco
di Roberta Miele

Due agendine, un telefonino, fogli scritti a mano e a macchina. Una lettera di una madre. Il 5 dicembre 2018, giorno dell’arresto di Adolfo Greco, imprenditore stabiese imputato nel processo ‘Olimpo’ insieme a esponenti (tali o presunti) di alcuni clan del circondario stabiese, la polizia non ha sequestrato solo i 2 milioni e 700mila euro in casa Greco.

Oltre al denaro, gli agenti hanno trovato anche alcune ‘carte’, tra cui una missiva. «Una madre, vicina agli ambienti criminali, lamenta di trovarsi nei guai a causa dell’opera dei pentiti», vi era scritto nella lettera. A spedirla un’anziana signora di 84 anni, che è stata protagonista di uno degli episodi più eclatanti della storia della camorra. «Questa signora è Assunta Maresca», spiega ai giudici del Tribunale di Torre Annunziata (presidente Fernanda Iannone) il viceispettore Mario Savarese. Quella donna è Pupetta Maresca. E’ la vedova (di Pasquale Simonetti) che si fece giustizia da sola uccidendo l’uomo che riteneva essere il mandante dell’omicidio del coniuge. E’ la donna che, dopo essere stata assolta dall’accusa dell’omicidio di Ciro Gallo, indisse una conferenza stampa per sfidare apertamente il professore di Ottaviano Raffaele Cutolo: «Se per Nuova Famiglia si intende tutta quella gente che si difende dallo strapotere di quest’uomo, allora mi ritengo affiliata a questa organizzazione».

Ebbene, quella donna ha scritto ad Adolfo Greco per chiedere aiuto. «Si scusa dell’invadenza e dell’insistenza con il Greco, ma aveva bisogno di lavoro con il figlio». Adolfo Greco però non l’ha incontrata nemmeno, «come si evince dal tenore della lettera». Un atteggiamento diverso rispetto dal solito. Durante la deposizione, Savarese racconta altri episodi di persone legate alla criminalità che hanno chiesto e ottenuto un posto di lavoro. Ma per il figlio di Pupetta Maresca no.

Leggi anche:
– Negozio, cedolare secca addio: dal 2020 affitti più cari, insorge Confedilizia. Salvini: «Governo tutto tasse»
– Terremoto nel Mugello, sale a 600 il numero delle persone sfollate
– Clan Moccia, l’affiliato stanco delle rapine punta agli omicidi per fare carriera: «Vuoi mettere? Così tengo il paese in mano»
– Nola, quindicenne accoltellato da una baby gang all’esterno del centro commerciale Vulcano Buono: è caccia agli assalitori
– I Roxette perdono la loro voce, a 61 anni Marie Fredriksson sconfitta dal tumore al cervello: era malata dal 2002 
– Deposito di ordigni scoperto in un garage a Pompei, era a rischio esplosione: 30enne arrestato dai carabinieri 
– Svaligiavano garage e cantine poi piazzavano la refurtiva nei mercatini: 2 indagati in provincia di Avellino 
Azienda isolata da trenta mesi per un cavalcavia sotto sequestro sulla A16, i dipendenti scrivono a Benetton 
– Bollette ‘pazze’, rimborsi e bonus danni per le vittime: approvato in Senato emendamento di Fdi alla Manovra 
– Clan Moccia, la black list dei commercianti ai quali imporre il pizzo: 18 arresti
– Ha villa a mare e reddito di cittadinanza, denunciato 58enne: è ritenuto vicino agli ambienti della ‘ndrangheta
– Camorra, scacco ai De Rosa: 16 arresti Ordigni esplosivi e minacce per piegare le vittime del racket | I nomi degli indagati
– Terrorismo, per i pm indottrinava i bambini al martirio: inflitti 5 anni al presidente di un’associazione culturale islamica

martedì, 10 dicembre 2019 - 19:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA