Conti gioco on line, violati i profili di migliaia di giocatori: bloccati 60 siti Perquisizioni in tutta Italia

Guardia di Finanza

Avrebbero memorizzato le credenziali dei conti di gioco aperti da ignari clienti e avrebbero violato i profili di migliaia di giocatori on line. La guardia di finanza di Torino ha messo sotto indagine due concessionari per il gioco in rete e sta effettuando perquisizioni in tutta Italia. Coinvolte decine di sale scommesse; tre le persone denunciate per accesso abusivo ai sistemi informatici ed esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa. Circa 60 siti invece sarebbero al momento ‘congelati’.

Secondo quanto emerso dalle indagini i due concessionari avevano predisposto le loro piattaforme di gioco in modo tale da memorizzare i dati sensibili di accesso ai conti gioco aperti dai clienti, senza l’immissione di password personali. Così facendo, i conti personali e i profili degli ignari giocatori potevano essere “utilizzati” anche in loro assenza. La truffa, oltre ad aggirare l’apparato concessorio dei Monopoli di Stato, ha causato una vorticosa falla nell’intero database che avrebbe dovuto garantire la riservatezza dei dati personali dei clienti.

Leggi anche:
– La bufera nel Casertano, materiali scadenti per costruire strade e viadotti in tutta Italia
– Voli di Stato, Matteo Salvini indagato per abuso d’ufficio: sotto esame 35 viaggi
– Assenteismo, ai domiciliari il primo cittadino di Scalea Gennaro Licursi
– Manovra, approvati emendamenti cardine: sì a plastic tax ma ridotta a 45 centesimi, sugar tax rinviata a ottobre
– Uccise i rapinatori, per i giudici non fu legittima difesa: gioielliere condannato a 13 anni per duplice omicidio

giovedì, 12 dicembre 2019 - 10:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA