Terra dei Fuochi: uno studio dimostra il nesso tra discariche illegali, metalli pesanti nel sangue e tumori

Antonio Giordano
Il professor Antonio Giordano dello Sbarro Institute

C’è una correlazione tra rifiuti e tumori? Il professor Antonio Giordano, eccellenza italiana nell’ambito della ricerca oncologica, studia da anni per dimostrare che una connessione esiste e l’ultimo risultato di questo impegno è l’articolo pubblicato sul Journal of Cellular Physiology che conferma l’esistenza di un nesso nei Comuni della Terra dei Fuochi come Giugliano. Si raccoglie così, implicitamente, il grido di allarme della cittadinanza di quella zona che da anni chiede indagini epidemiologiche che possano dimostrare che la drammatica condizione ambientale della zona incide eccome sulla salute dei suoi abitanti.

Lo studio pilota, coordinato da Antonio Giordano (direttore dell’ Istituto Sbarro di Ricerca sul Cancro della Temple University a Philadelphia e docente dell’Università di Siena e condotto da Iris Maria Forte dell’Istituto Nazionale Tumori Fondazione Pascale Crom Mercogliano), conferma il legame tra illecita gestione dei rifiuti in città come Giugliano e lo sviluppo dei tumori evidenziando la presenza di concentrazioni elevate e fuori norma di metalli pesanti (cadmio e mercurio, per citarne alcuni) nel sangue di pazienti in cura per malattie oncologiche e residenti nella Terra dei Fuochi. Percentuali nettamente superiori a quelle presenti in persone in buona salute.

Nel dettaglio, l’equipe di ricercatori ha confrontato i livelli di cadmio, mercurio, arsenico, piombo nel sangue di dieci ammalati di tumore residenti a Giuliano, con i livelli di 27 soggetti sani e 85 ammalati residenti in altre zone. A Giugliano, i livelli di cadmio e mercurio e dei metalli in generale sono statisticamente più alti che nelle persone non ammalate e la loro presenza, sostengono gli scienziati, deriva dal fatto che sono rilasciati nell’ambiente a causa della «errata gestione dei rifiuti» e dalla presenza di discariche illegali.

«Le nostre osservazioni- – ha spiegato il professor Giordano all’Ansa –  anche se preliminari, confermano alcuni studi precedenti in cui il livello di metalli tossici nel sangue dei pazienti oncologici in alcuni comuni della Terra dei Fuochi è del tutto fuori norma. Il legame causale tra sviluppo tumorale ed esposizione a questi metalli è un fatto noto da tempo, il superamento costante dei limiti di legge anche nel piccolo numero di individui esaminati nel nostro studio è un fatto di per sé allarmante, che quindi richiede l’immediata estensione dell’analisi ad una popolazione più ampia, così da avere una rappresentazione accurata sul fronte epidemiologico».

Leggi anche:
– Due scosse di terremoto nel Sannio, il sindaco di Benevento ordina la chiusura di scuole ed edifici pubblici 
– Incendio in una agenzia assicurativa nel Napoletano: benzina sul pianerottolo ed esplosione, è dolo 
– Popolare di Bari in salvo: saranno stanziati 900 milioni di euro per tutelare i risparmiatori e creare una banca del Sud
– 
Bimbo di 2 mesi trovato morto nella culla, dramma nella città di Ventimiglia
– Station wagon si scontra con un autobus, tre persone ferite nel Milanese
– Accoltella un coetaneo per motivi sentimentali, 17enne arrestato a Napoli
– La sfida ai clan di Torre Annunziata nel segno di Giancarlo Siani: la marcia anticamorra diventa simbolo di ripartenza
– Regione Campania, nuovo concorso per 641 posti nei Centri per l’impiego: quali sono le figure, domande entro un mese
– Caso Ioia, così Salvini infanga un motivo di vanto per lo Stato: «Vergogna e schifo per la nomina a Garante dei detenuti»
– Il maltempo e l’apocalisse a Napoli: buco nel tetto del San Paolo, partita a rischio. Verifiche sugli alberi a Posillipo
– Rimane paralizzato per un’operazione andata male e dopo un mese muore: tre medici a giudizio a Napoli
– Tromba d’aria provoca il crollo di un tetto: 8 feriti, gravissima una 28enne a Potenza
– Regionali 2018, l’ombra della ‘ndrangheta: filmati incontri tra politici e mafiosi, si dimette il governatore Fosson (indagato)

lunedì, 16 dicembre 2019 - 10:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA