Cinque Stelle, espulso Gianluigi Paragone: i probiviri chiudono lo scontro interno tra il senatore dissidente e il Movimento

gianluigi paragone
Gianluigi Paragone

Tanto tuonò che piovve. Il braccio di ferro tra Gianluigi Paragone e il Movimento Cinque Stelle si è concluso con l’espulsione del senatore. La decisione è stata presa dal collegio dei probiviri, composto da Raffaella Andreola, Jacopo Berti e Fabiana Dadone. Tra le motivazioni addotte a sostengo dell’espulsione vi è anche il voto espresso in difformità dal gruppo parlamentare sulla legge di bilancio. A Paragone, inoltre, sarebbe stato anche contestato di essersi astenuto nel voto sulle dichiarazioni del premier Giuseppe Conte.

Si chiude così un rapporto incancrenitosi. Da tempo Paragone non risparmiava critiche ai vertici e ai colleghi, tanto che – intervenendo a ‘Carta Bianca’ – il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede lo aveva invitato pubblicamente ad andare via. Cosa che Paragone ha sempre ritenuto di non dovere fare, sostenendo di essere rimasto fedele ai principi del Movimento e agli impegni assunti dai grillini con le Politiche del 2018 e accusando viceversa il Movimento di avere dimenticato alcuni dei suoi cavalli di battaglia. Negli ultimi giorni lo scontro era salito di livello con Gianluigi Paragone che ha fatto le pulci ai suoi compagni denunciando chi non era in regola con le restituzioni dei rimborsi e apre così un nuovo caso mediatico.

Con l’espulsione di Paragone, il Movimento perde un nuovo ‘pezzo’ in pochi giorni. E’ notizia recente infatti quella delle dimissioni di Lorenzo Fioramonti che prima ha lasciato la carica di ministro dell’Istruzione e poi è uscito dal Movimento confluendo nel gruppo Misto.

Leggi anche:
Prescrizione, Bonafede sorride su Fb: «La legge è in vigore, ora lavoriamo sui tempi del processo». L’ultimo appello di Fi
Botti Capodanno, bilancio amaro: tanti bambini e ragazzini feriti, c’è chi ha perso la mano, chi ha riportato ustioni
-Botti di Capodanno inquinanti come un inceneritore, dati e numeri di una tradizione sempre più vietata
 Mostra d’Oltremare, nuova nomina ‘amica’ per De Magistris che piazza al vertice della Spa Remo Minopoli 
– Il prefetto di Cosenza Paola Galeone indagata per corruzione dopo la denuncia di una imprenditrice 
Viabilità a pezzi, crolla la volta di una galleria sulla A26: il Governo convoca d’urgenza Autostrade per l’Italia 
– Fioramonti lascia anche i Cinque Stelle e va nel Misto: «Il Movimento mi ha deluso, dissenso più diffuso di quanto si pensi» 
– Prescrizione, gennaio da resa dei conti o da tanto rumore per nulla: Iv voterà la proposta Costa, 5Stelle in affanno
– Cinque Stelle e la grana dei morosi: ecco chi non ha restituito i soldi al Movimento 
– Italia 2019 secondo l’Istat: in un Paese sempre più vecchio l’unica nota positiva è l’aumento degli stipendi
– Bulli arrestati a Perugia: seviziavano un compagno di classe con percosse e sigarette spente sul corpo 
– Circumvesuviana, ancora una volta viaggiatori a piedi sui binari dopo un guasto ad un treno tra Napoli e Sorrento 

mercoledì, 1 Gennaio 2020 - 21:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA