Rifiuti, la Regione Campania detta le regole ai Comuni: Napoli potrà sversare solo nello stir di Caivano

rifiuti napoli
Cumuli di rifiuti lungo le strade di Napoli

Aiutare il Comune di Napoli a risolvere, o quanto meno attenuare, la crisi rifiuti ma non a discapito degli altri comuni della città Metropolitana. E così, dopo la protesta di oltre 60 sindaci dell’Eda (Ente d’ambito) di Napoli che protestavano per le difficoltà dall’eccessivo quantitativo di rifiuti della città di Napoli, in Regione Campania sono stati messi dei punti fermi alla possibilità di sversamento dei rifiuti: ognuno dei Comuni della città metropolitana di Napoli conferirà i propri rifiuti in un solo stir, Napoli potrà quindi sversare unicamente nello stir di Caivano.

La decisione è stata presa all’esito di riunione convocata proprio a seguito delle dimostrazione di 60 primi cittadini. La Regione promuoverà un accordo tra gli enti d’ambito Napoli 1, 2 e 3 e la Città Metropolitana per razionalizzare i flussi dei rifiuti verso gli stir. Come spiegato all’Ansa dal vicepresidente della Regione Campania con delega all’ambiente Fulvio Bonavitacola, il nuovo sistema sarà fondato sul principio di specializzazione territoriale: ogni stir (Tufino, Giugliano e Caivano, ndr) riceverà i rifiuti dei comuni ricadenti nel territorio dell’Ato di appartenenza. Cosa significa per Napoli: il Comune guidato da Luigi de Magistris potrà utilizzare esclusivamente lo stir di Caivano, insieme ai comuni di Acerra e di Caivano.

«Sarà istituita una regia regionale, un tavolo tecnico per il monitoraggio del sistema e la gestione di particolari criticità che ne potranno richiedere un’applicazione più flessibile, ad esempio in occasione delle manutenzioni del termovalorizzatore, di eventuali guasti, di eventi straordinari e imprevedibili», ha spiegato Bonavitacola. Il nuovo sistema dovrebbe partire a fine gennaio.

Leggi anche:
Bufera sul Csm, strascichi infiniti: chiesto il trasferimento dalla Dna del pm Sirignano, fu intercettato con Palamara
– Castel Volturno, 14 arresti per spaccio: smantellata rete ‘internazionale’ di pusher 
– La denuncia dei giovani industriali: «Le aziende napoletane cercano 31mila addetti ma non li trovano» 
– Quarantatreenne di Portici accoltellato a Chiaia ma alla polizia non sa spiegare cosa è accaduto: «Ero ubriaco» 
– Aule sicure, pioggia di fondi per i controlli ai solai: l’elenco delle scuole del Napoletano finanziate
– Poggioreale, detenuto tenta di strangolare un agente penitenziario: allarme dei sindacati 
– Primarie Pd in Puglia, vince il governatore uscente Michele Emiliano con oltre il 70% ma l’affluenza è in calo rispetto al 2014 
– Conferimento dei rifiuti, il sindaco di Portici Enzo Cuomo: «Napoli favorita. Comuni danneggiati per migliaia di euro»
– Precipitano durante un’escursione sulle Alpi Apuane: deceduti marito e moglie
– A Milano 51enne trovato privo di vita per strada nei pressi di un supermercato
– Raccolta differenziata in difficoltà, l’allarme dei sindaci: «Napoli favorita, rallentano il conferimento»
– Zingaretti rottama il Pd e punta alle Sardine, Valente: «Bene, si riparta dal coraggio e dalle donne»
– Lazio-Napoli, la piccola Noemi entra in campo tenendo la mano a Immobile: Insigne le regala la sua maglia

lunedì, 13 Gennaio 2020 - 19:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA