Maternità, il governo studia cambiamenti: 5 mesi di congedo alle madri, uno ai padri

Un neonato

Maternità, il governo studia le mosse per modificare le regole. Il ministero del lavoro vorrebbe modificare le normative attuali e renderlo un unico congedo familiare della durata di 60 mesi, l’80% del tempo riservato alle madri e il restante ai padri. La settimana prossima un gruppo di esperti inizieranno a lavorare con l’obiettivo di studiare una serie di proposte tra cui quella che riguarderà la possibilità di estendere il congedo famigliare.

La normativa attuale prevede 5 mesi obbligatori per la madre. Da qualche anno, invece, è stato introdotto il congedo obbligatorio per il padre che nel 2020, con la Legge di Bilancio, è salito da 5 a 7 giorni, più un giorno facoltativo che però può essere preso solo in sostituzione della madre. In un post sui social, il sottosegretario al Lavoro e Welfare, Francesca Puglisi ha sottolineato «Se sono sempre le donne a dover conciliare lavoro e cura non cambierà mai nulla. E invece bisogna passare dalle politiche di conciliazione a quelle di condivisione, sottolinea in un post su Facebook, la sottosegretaria al Lavoro e Welfare, Francesca Puglisi.

Leggi anche:
– Chiedono il cambio della stanza, i medici rifiutano: aggrediti a calci e pugni all’Ospedale del Mare di Napoli
– Ponte Morandi, il gip scrive ai pm: «Pressioni sui periti da parte dei consulenti della difesa»
– Legge elettorale, la Consulta boccia la Lega: «Niente referendum, è manipolativo» Salvini contro i giudici: «E’ una vergogna»
– Regionali nelle Marche, il Movimento 5 Stelle si presenterà da solo: «Non ci sono condizioni per alleanze con altri partiti»
– Palermo, penalista ucciso a bastonate: chiesto l’ergastolo per sei imputati ritenuti vicini alla mafia di Porta Nuova
– Tribunali e procure senza un capo, tour de force della V Commissione: ecco i nomi per Catanzaro, Taranto e Sassari
– Whirlpool Napoli, operai bloccano l’autostrada: lo spettro della chiusura, dagli Usa restano fermi sulle loro posizioni
– Minorenni pestati a Nola, condannati due componenti del gruppo che aggredì alcuni coetanei in piazza Giordano Bruno 
– Caso Gregoretti: il rebus immunità finisce con una fumata nera sulla data del voto, Salvini: «Gente senza dignità» 
-Foggia, bomba contro centro anziani: la struttura è gestita da un testimone di giustizia già obiettivo di un raid esplosivo 
– Travolto da una benna ad Ancona, perde la vita un 49enne di Casavatore

giovedì, 16 Gennaio 2020 - 20:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA