Assenteismo, sospesi due dirigenti veterinari a Gorizia: per i pm si recavano al ristorante o al bar durante il servizio

Guardia di Finanza

Risultavano in servizio ma in realtà erano a fare shopping, al ristorante oppure al bar. Due dirigenti veterinari in servizio al dipartimento di prevenzione dell’ASS/2 Bassa Friulana – Isontina sono stati sospesi dal servizio in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Gorizia.

Il provvedimento è stato spiccato a corollario di un’indagine per assenteismo coordinata dai pubblici ministeri Collini e Ancora della procura di Gorizia e condotta dal Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza. L’indagine si è sviluppata attraverso appostamenti e video-riprese, i cui risultati sono stati poi incrociati con gli orari degli interventi dei due dirigenti riportati nei verbali da lui redatti.

Leggi anche / Furbetti del cartellino a Sanremo, ex vigile andò a timbrare in mutande: assolto, ma il Comune l’ha licenziato

Di qui la conclusione degli inquirenti, secondo la quale i due veterinari avrebbe attestato falsamente di avere svolto attività «programmata fuori orario – retribuita», nell’ambito del piano di vaccinazione “Blue Tongue 2018”, eseguendola in realtà durante il normale orario di servizio, percependo così indebitamente le relative indennità orarie».

Dalle indagini è anche emerso che i due si sarebbero allontanati spesse volte dal servizio, a bordo delle auto loro assegnate dall’Azienda Sanitaria, per andare – a seconda dei casi – al bar, a casa, al ristorante, in aziende vitivinicole e a fare shopping. Per motivare le assenze in numerosi casi falsificavano i tempi degli interventi riportati nei verbali da loro redatti.

Leggi anche:
– 
Carabiniere accoltellato alla testa da un 43enne durante un intervento in un appartamento di Casoria 
– Bimba di sei anni morta nell’incendio della casa, la mamma finisce sotto accusa 
– Durante il litigio spunta un coltello, due nigeriani ricoverati a Napoli dopo un alterco nel loro appartamento
– 
Corruzione, scarcerato il giudice Alberto Capuano: era stato arrestato a luglio, va ai domiciliari
– 
Nozze trash di Tony e Tina, licenziati i 5 ispettori della Penitenziaria che suonarono la fanfara per gli sposi 
– Procura di Avellino, aperta la successione a Rosario Cantelmo: i magistrati in lizza sono quattro 
– Elezioni suppletive del 23 febbraio a Napoli, la sfida è a quattro per un posto al Senato: ecco i candidati e le alleanze
– San Giorgio ricorda le vittime del nazismo: installate 4 pietre d’inciampo. Il sindaco Zinno: «Nessuno deve dimenticare»
– Sanità a Napoli, assunti 797 infermieri: la mappa dei presìdi dove lavoreranno. De Luca: «In atto una vera rivoluzione»
– Donna si dà fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre: è in gravi condizioni
– Suppletive, i giochi sono fatti: lista Ruotolo senza logo del Pd, Napolitano e Guangi in lizza per M5S e centrodestra 

martedì, 21 gennaio 2020 - 13:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA