Bimba di sei anni morta nell’incendio della casa, la mamma finisce sotto accusa

Vigili del fuoco

I carabinieri di Fermo, nelle Marche, hanno arrestato la trentottenne bulgara scampato ad un incendio in cui perse la vita una delle figlie di sei anni. La donna riuscì, secondo quanto emerse dopo il fatto accaduto a Servigliano, a salvare solo la figlia di 4 anni che dormiva con lei.

Secondo quanto riportano i quotidiani locali, la trentonnenne è stata fermata perché coinvolta nell’incendio e nella morte della bambina, le accuse sono di incendio doloso e morte come conseguenza di un altro reato. Non è accusata, al momento, di omicidio.

Leggi anche: Incendio in un’abitazione, muore una bimba di 7 anni: sorellina messa in salvo dalla madre

Stando a quanto riportato dal Resto del Carlino, già nei giorni scorsi la figlia di 4 anni era stata allontanata dalla madre e portata in una struttura protetta dopo i primi accertamenti affidati ai carabinieri ed agli assistenti sociali; la mamma è stata invece dimessa ieri dall’ospedale, dove era stata ricoverata per ustioni ed intossicazione, e condotta subito in caserma dove è stata ascoltata dagli inquirenti. Dopo l’interrogatorio è scattato il fermo di indiziato di delitto.

La donna, con le due bimbe ed il marito connazionale (non presente in casa al momento del rogo) si era trasferita nel paesino marchigiano a settembre.

Leggi anche:
– 
Durante il litigio spunta un coltello, due nigeriani ricoverati a Napoli dopo un alterco nel loro appartamento
– 
Corruzione, scarcerato il giudice Alberto Capuano: era stato arrestato a luglio, va ai domiciliari
– 
Nozze trash di Tony e Tina, licenziati i 5 ispettori della Penitenziaria che suonarono la fanfara per gli sposi 
– Procura di Avellino, aperta la successione a Rosario Cantelmo: i magistrati in lizza sono quattro 
– Elezioni suppletive del 23 febbraio a Napoli, la sfida è a quattro per un posto al Senato: ecco i candidati e le alleanze
– San Giorgio ricorda le vittime del nazismo: installate 4 pietre d’inciampo. Il sindaco Zinno: «Nessuno deve dimenticare»
– Sanità a Napoli, assunti 797 infermieri: la mappa dei presìdi dove lavoreranno. De Luca: «In atto una vera rivoluzione»
– Donna si dà fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre: è in gravi condizioni
– Cosenza, Cinzia Guercio è il nuovo prefetto: prende il posto di Paola Galeone, agli arresti domiciliari
– Suppletive, i giochi sono fatti: lista Ruotolo senza logo del Pd, Napolitano e Guangi in lizza per M5S e centrodestra 
– Caso Gregoretti, è il giorno del giudizio su Matteo Salvini: il leader della Lega chiede ai suoi di votare sì al processo 
– Foggia, task force contro la criminalità che assedia la città: raffica di perquisizioni 
– Mafia, alleanza tra clan di Catania e Trapani: 23 indagati, sequestrati beni per 20 milioni di euro

martedì, 21 gennaio 2020 - 10:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA