Vertenza Whirlpool, domani in trecento a Roma per chiedere una soluzione per il sito di Napoli


«In occasione dell’incontro fissato al Mise per il 29 gennaio alle ore 14, i lavoratori della Whirlpool di Napoli invaderanno Roma al grido: “Napoli non molla”». Sono attesi più di 300 lavoratrici e lavoratori che presidieranno il ministero dello Sviluppo economico in attesa dell’esito dell’incontro, auspicando che il Governo porti al tavolo una proposta concreta e risolutiva.

Per la Fiom, si legge in una nota del sindacato, «l’unica soluzione possibile per il sito produttivo è il mantenimento della produzione di lavatrici di alta gamma a Napoli inserendo ulteriori modelli per la saturazione nell’ambito di quanto previsto dall’accordo del 2018».

Se il ministro Patuanelli il 29 gennaio «non sarà in grado di far modificare la posizione alla multinazionale, si aprirà una nuova fase di mobilitazione straordinaria territoriale e nazionale per riportare la vertenza a Palazzo Chigi. Sulla vertenza di Napoli si misura la credibilità del Governo nazionale in riferimento allo strapotere delle multinazionali che con arroganza mettono in discussione gli accordi siglati con il Governo e con le parti sociali, alle politiche industriali, e al mantenimento dell’apparato produttivo nel Mezzogiorno» conclude Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom-Cgil.

Leggi anche:
– 
«Incitamento all’odio», Facebook rimuove il video della ‘citofonata’ di Matteo Salvini a Bologna 
– Camerieri, imbianchini e meccanici, tutti ‘in nero’: raffica di controlli e multe per migliaia di euro nel Napoletano
– Troppi migranti e condizioni igieniche carenti, chiuso un centro di accoglienza nel Napoletano 
– Strali post elezioni, Conte pungola Salvini: «Ha voluto referendum personale» ma il leghista rilancia: «Rifarei tutto» 
– Napoli, indagine sui carabinieri infedeli:
 «Un solo militare ci dava fastidio, bomba sotto l’auto per farlo trasferire»
– Donna scomparsa a Brescia, ritrovata morta in un parco: la procura indaga per omicidio
– Prescrizione e decreti sicurezza bis, il Pd usa il voto in Emilia per andare all’incasso: «Modificare l’asse politico del governo»
– Vincenzo De Luca: «Dialogare con l’elettorato del M5S, chiederò sostegno per continuare a cambiare la Campania»
– Coronavirus, cinquanta italiani in fuga dal Wuhan: ecco le poche e semplici regole per evitare il contagio
– Buste di plastica imposte ai negozianti, così la camorra camuffava il pizzo a Portici e San Giorgio a Cremano 
– Polvere di (Cinque) stelle: dal Vaffa Day alle macerie emiliane, il Movimento perde consensi e identità

martedì, 28 Gennaio 2020 - 10:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA