Egitto, arrestato studente dell’Università di Bologna. Amnesty: «E’ a rischio tortura»

Patrick George Zaky
Patrick George Zaky

Patrick George Zaky, attivista e ricercatore egiziano di 27 anni, iscritto a un master dell’Università di Bologna, è stato arrestato all’aeroporto de Il Cairo nella notte tra giovedì e venerdì. Lo conferma Amnesty International Italia. Il ragazzo, attivista per i diritti delle persone Lgbt, era rientrato in Egitto per una visita alla sua famiglia che si trova a Mansoura, suo paese d’origine. «Le autorità giudiziarie egiziane hanno confermato l’arresto dell’attivista Patrick George, studente del Master GEMMA di Bologna» afferma il portavoce di Amnesty International Riccardo Noury. «Scomparso per alcune ore all’arrivo a il Cairo, si trova ora agli arresti nella città natale di al Mansoura. Rischio di detenzione prolungata e tortura» dice Noury. Ad osservare la situazione ci sarebbe anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio attraverso l’ambasciata a Il Cairo.

Secondo quanto ricostruito fino ad ora i familiari non hanno più avuto notizie di lui da giovedì notte, quando sarebbe stato trattenuto diverse ore in aeroporto. Da lì sarebbe stato protato alla procura di Mansoura. I familiari hanno ricevuto una telefonata in cui gli è stato confermato che il giovane si trova in stato di fermo ed è stato interrogato a lungo. Secondo le autorità, l’arresto è avvenuto in esecuzione di mandato di cattura emesso nel 2019.  L’Università di Bologna, che sta seguendo il caso, ha spiegato che Patrick «non si trovava là per un incarico dell’Università, in quel caso l’avremmo saputo immediatamente, visto che monitoriamo i nostri studenti all’estero». Secondo Amnesty Bologna «potrebbe essere stato torturato durante la notte» e l’organizzazione «si sta mobilitando insieme ad amici e i familiari per assistere Patrick e richiedere la sua liberazione» e sta facendo girare una petizione su Change.org per il suo rilascio.

Leggi anche:
– Treno deragliato a Lodi, indagati 5 operai: sotto esame la posizione dello scambio
Tirrenia chiude Napoli e Cagliari, a marzo sciopero del personale. Di Santis (Confapi) lancia un appello ai ministeri
– Napoli, il Tribunale di Sorveglianza scoppia ma il ministero snobba le richieste di aiuto. Pangia: «Situazione drammatica»
– Omicidio Vannini, la Cassazione annulla la sentenza di omicidio colposo: nuovo processo in Appello per Ciontoli
– Giustizia, convention di ‘A&I’ a Napoli: tavola rotonda con Davigo, Travaglio e i senatori Morra (M5S) e Urraro (Lega)
– Camorra a Miano, dalla faida con i Cifrone alle piazze di spaccio aperte h24: gli affari dei ‘nuovi’ Lo Russo | I nomi degli arrestati

sabato, 8 Febbraio 2020 - 19:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA