La Vela verde di Scampia sarà abbattuta il 20 febbraio, occupanti già trasferiti in altre case del quartiere

vela verde di scampia
veduta della Vela Verde di Scampia (Foto Kontrolab)

Il 20 febbraio sarà abbattuta la ‘Vela verde’ di Scampia. Lo ha annunciato il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, definendo questa data «storica». L’abbattimento avverrà a partire dalle 11,30 e cancellerà una parte dell’insediamento ad uso abitativo costruito nel quartiere di Scampia tra gli anni Sessanta e Settanta.

Gli edifici, cui fu dato il nome di ‘Vela’ a causa della loro forma, hanno ospitato sino a 1400 famiglie e raggiungono anche i quindici piani; furono costruiti in un’area destina all’edilizia economica e popolare, trasformandosi però in poco tempo in un simbolo di degrado. Tra le Vele sono state girate anche diverse scene del serial Gomorra.

Leggi anche / Vela Verde, apre il cantiere a Scampia: sarà abbattuta in sei mesi, il sindaco dedica la giornata a Noemi

La Vela Verde è già stata svuotata mentre gli occupanti hanno trovato alloggio in nuove costruzioni realizzate nella stesso quartiere. Delle sette Vele tre sono state demolite negli anni passati (dal 1995 al 2003). La Verde è la quarta a venire giù. Successivamente si procederà alla riqualificazione della Vela celeste con destinazione per uffici pubblici e alloggi, mentre poi si provvederà per gli interventi sulla ‘gialla’ e la rossa’.

Leggi anche:
– 
Concorsone, la Regione fa ricorso contro la pronuncia del Tar che ha bloccato una procedura | Pioggia di critiche su De Luca 
– Prescrizione, Maria Elena Boschi contro il Pd: «Ha votato coi populisti. Ci dicano se siamo dentro o fuori il Governo» 
– «Soldi per superare il test di ingresso a Medicina»: arrestati ex dipendente della Federico II e poliziotto in pensione
– Estorsioni, droga ed armi: scatta il blitz contro la Sacra Corona Unita, 37 arresti dei carabinieri 
– Milleproroghe, arriva la stretta sulle automobili green: il bonus da 2500 euro scatta con meno emissioni 
– Droga nell’hinterland di Roma, 24 arresti: estorsioni e minacce a chi non pagava 
– Appalti e corruzione al Comune di Nola, il Riesame scarcera 3 imprenditori e un funzionario comunale
– Casalesi, i beni dell’imprenditore Letizia passano nelle mani dello Stato: confisca per 100 milioni confermata in Cassazione
– Campania, Tar sospende maxi-concorso della Regione per una delle categorie: violato l’anonimato dei candidati
– Crac Alitalia Sai, chiusa l’inchiesta: in 21 a rischio processo, contestate spese da 600mila euro per catering e cene di gala
– ‘Spazzacorrotti’, la Consulta ferma la retroattività: incostituzionale su tre aspetti
– Napoli, rubavano gasolio dagli autocompattatori Asia: 14 persone denunciate. Danni per un milione di euro
– Scomparsi in Messico, l’avvocato: «Scarcerato il boss, qualcuno abbia il coraggio di interessarsi»

giovedì, 13 febbraio 2020 - 11:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA