Sanità, medici in servizio fino a 70 anni e concorsi accessibili agli specializzandi

Ospedale
Una corsia d'ospedale

Milleproroghe, grazie a un emendamento approvato dalle Commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera, i medici potranno rimanere in servizio anche superati i 40 anni di attività ma non potranno andare oltre i 70 anni di età. La misura era già stata adottata in alcune regioni d’Italia e che viene consentita a tutto il Servizio sanitario fino al 2022.  Inoltre, i medici specializzandi potranno essere inquadrati a tempo determinato e con orario parziale (per consentire, in contemporanea, di completare la specializzazione) già dal terzo anno di corso. Lo prevede un altro emendamento del Governo al decreto Milleproroghe approvato dalle Commissioni Affari costituzionali e Bilancio della Camera.

Gli specializzandi dunque saranno ammessi ai concorsi per l’accesso alla dirigenza sanitaria, «a partire dal terzo anno del corso di formazione» e non più all’ultimo anno. Nel caso in cui lo specializzando vinca il concorso, prevede la norma, viene collocato «in graduatoria separata». L’emendamento proroga al 31 dicembre 2022 la possibilità per le Asl di assumere con contratti part time a tempo determinato gli specializzandi inseriti delle graduatorie separate.

Leggi anche:
– Sant’Antimo, inchiesta sui carabinieri infedeli: la parola passa al Riesame, fissate le prime udienze sui ricorsi
– Clan Lo Russo, il boss col cellulare in cella: chiamate alla moglie durante lo shopping e direttive ai giovani affiliati
– Napoli, il Tribunale di Sorveglianza scoppia ma il ministero snobba le richieste di aiuto Pangia: «Situazione drammatica» 
– Omicidio Vannini, la Cassazione annulla la sentenza di omicidio colposo: nuovo processo in Appello per Ciontoli
– Giustizia, convention di ‘A&I’ a Napoli: tavola rotonda con Davigo, Travaglio e i senatori Morra (M5S) e Urraro (Lega)

 

giovedì, 13 Febbraio 2020 - 17:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA