Bollo auto alle Regioni, revoca delle concessioni, fondi per la scuola: tutte le novità inserite nel Milleproroghe

autostrada, casello

Il bollo auto destinato interamente alle Regioni è una delle novità previste dal Milleproroghe, il pacchetto di misure del Governo che è stato approvato dalle Commissioni Bilancio ed Affari costituzionali. Il testo lunedì passerà all’Aula dei deputati.

In base all’emendamento, le somme riscosse attraverso il bollo sulla circolazione delle auto deve essere destinato alle Regioni affinché queste incentivino investimenti sui loro territori. Ma il testo pluri-emendato del Milleproroghe presenta anche altre novità.

Si anticipa alla fine del 2020 il termine del mercato tutelato dell’energia per le imprese, nel contempo si conferma l’articolo 33 che pone le basi per la revoca delle concessioni ad Autostrade. Sono stati infatti bocciati gli undici emendamenti proposti da Italia Viva e Forza Italia: resta ferma la norma che fissa l’iter della revoca (nella fase di transizione la gestione passa all’Anas) e riduce eventuali penali a carico dello Stato.

Via libera ad un emendamento che proroga a tutto il 2020 la cassa integrazione per i giornalisti delle agenzie di stampa a diffusione nazionale. Nella confusione delle votazioni la norma ha avuto il placet dei Cinque Stelle, che hanno potuto solo protestare dopo l’approvazione.

Leggi anche / Regalo a De Magistris, la commissione Bilancio della Camera approva il Salva-Napoli

Approvati anche molti emendamenti che hanno incidenza locale o sui micro-settori come quello che prevede fondi per la ferrovia Bari- Bitritto e per l’autostrada Tirrenica; prorogata inoltre la cedolare secca al 10% per i Comuni che hanno meno di 10mila abitanti. Ad Atac, l’azienda di trasporti di Roma, viene stanziato un milione di euro per i bus ecologici. Stabilizzati, infine, i precari dell’Agenzia per il Lavoro (Anpal).

Per quanto riguarda la scuola, è stato approvato l’emendamento presentato quando non era ancora Ministro dell’Istruzione da Lucia Azzolina (M5s) che prevede lo stanziamento di 55 milioni nel triennio per l’assunzione di docenti nelle scuole secondarie di secondo grado, in modo tale da ridurre a 22 il numero degli alunni per classe (20 se è presente uno studente con grave disabilità).

Stanziati infine 100 milioni di euro per Roma e 50 milioni di euro per Milano (rispettivamente 20 e 10 milioni all’anno fino al 2024) per la manutenzione di scuole e strade.

Leggi anche:
– 
Acerra, fiamme in un sito di stoccaggio di ferro nella zona Asi a poca distanza dal termovalorizzatore 
– In fiamme un’auto civetta dei carabinieri in Puglia, nel rogo danneggiata anche la vettura privata di un militare 
– Contrabbando di sigarette sulla rotta Dubai-Napoli, 9 indagati: sequestrate due società usate come copertura 
Via al Piano Straordinario per il Sud: misure contro la fuga dei giovani, investimenti su Internet veloce e 5G 
– Prescrizione e riforma del processo penale, ok del Consiglio dei Ministri ma senza Italia Viva: ecco tutte le novità
– 
Regalo a De Magistris, la commissione Bilancio della Camera approva il Salva-Napoli

venerdì, 14 febbraio 2020 - 11:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA