Via al Piano Straordinario per il Sud: misure contro la fuga dei giovani, investimenti su Internet veloce e 5G

giuseppe provenzano
Il Ministro per il Sud Giuseppe Provenzano

Questa mattina a Gioia Tauro il premier Giuseppe Conte ed il Ministro per il Sud Giuseppe Provenzano presenteranno il Piano straordinario per il Sud, una serie di interventi dedicati al Mezzogiorno d’Italia. Il focus del provvedimento, come si evince dalle anticipazioni, riguarderà in primis il settore delle infrastrutture ma non solo. Rispetto alle precedenti pianificazioni per il meridione non sono stanziati fondi perché esistono già e constano di 100 miliardi di euro, pari ai Fondi europei non ancora spesi ed a quelli del ciclo 202-2027 che vanno sommati a Fondo sviluppo e coesione ed alla riserva del 34% della spesa ordinaria dei ministeri). L’idea del Piano è prima di tutto indurre a spendere e non sprecare o inutilizzare le risorse a disposizione, ma anche introdurre misure programmatiche e non ‘tampone’.

Al primo posto tra le previsioni del Piano straordinario per il Sud ci sono le infrastrutture. In primo luogo, la rete dei trasporti: dalla Statale Jonica all’ammodernamento della linea Salerno-Reggio Calabria passando per l’accelerazione dei lavori sulla Napoli-Bari fino alle disastrate reti viarie e ferroviarie della Sicilia. Da potenziare anche le infrastrutture immateriali, Internet veloce e 5G, che nelle intenzioni del Governo devono arrivare il tutto il territorio meridionale ancora monco in fatto di investimenti tecnologici.

Tra le proposte dedicate invece a chi abita al Sud e qui vuole restare, c’è il bonus fiscale per le assunzioni, un incentivo pensato sulla falsariga del meccanismo della decontribuzione previsto nel 2015 per i disoccupati under 35. Possibile che Conte e Provenzano annuncino anche l’Erasmus interno al Paese, proposto giorni fa durante dagli esponenti del Movimento delle Sardine in un incontro col Ministro e che prevede ‘scambi culturali’ tra studenti del Nord e del Sud, della durata di sei mesi.

Ad Invitalia il compito di agire sullo sviluppo delle imprese. Via ai contratti di sviluppo con altre misure semplificate e convenienti per gli imprenditori mentre Cassa Depositi e Prestiti avrà un ruolo decisivo nei rapporti con le Piccole e medie imprese.

Infine, uno sguardo alle piccole comunità che sempre più al Sud vanno spopolandosi. Oltre alle misure previste dalla Legge di Bilancio 2020, sono previste altre per intervenire sulla fuga dei giovani.

Leggi anche:
– 
Prescrizione e riforma del processo penale, ok del Consiglio dei Ministri ma senza Italia Viva: ecco tutte le novità
– 
Regalo a De Magistris, la commissione Bilancio della Camera approva il Salva-Napoli
– Fallimento Bari Calcio, chiesto il rinvio a giudizio per 6 ex amministratori: ci sono anche Antonio e Salvatore Matarrese
– Abusi sessuali sulla nipotina di 12 anni, arrestato un 69enne nel Napoletano
– Auchan-Conad, Margherita chiede la cassa integrazione per 5.300 dipendenti
– Ercolano, abusi su disabile al centro don Orione: prete indagato per false dichiarazioni al pm
– Sant’Antimo, inchiesta sui carabinieri infedeli: la parola passa al Riesame, fissate le prime udienze sui ricorsi
– Clan Lo Russo, il boss col cellulare in cella: chiamate alla moglie durante lo shopping e direttive ai giovani affiliati
– Napoli, il Tribunale di Sorveglianza scoppia ma il ministero snobba le richieste di aiuto Pangia: «Situazione drammatica» 
– Omicidio Vannini, la Cassazione annulla la sentenza di omicidio colposo: nuovo processo in Appello per Ciontoli
– Giustizia, convention di ‘A&I’ a Napoli: tavola rotonda con Davigo, Travaglio e i senatori Morra (M5S) e Urraro (Lega)

venerdì, 14 febbraio 2020 - 09:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA