Pax mafiosa ad Ostia, l’avvocato Lucia Gargano risponde al gip: «Non ho portato messaggi ad Ottavio Spada»

La procura della Repubblica di Roma

Si è difesa dalle accuse l’avvocato Lucia Gargano, coinvolta in un’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Roma e finita ai domiciliari con l’accusa di concorso in associazione a delinquere di stampo mafioso. La donna è indicata dagli inquirenti come «plenipotenziaria del clan Spada». Nell’ambito dell’inchiesta è stato arrestato anche il boss Salvatore Casamonica.

Secondo gli investigatori, l’avvocato del Foro di Roma recapitava messaggi al capoclan Ottavio Spada, circostanza che la donna ha negato nel corso dell’interrogatorio di garanzia svoltosi ieri. «Ad Ottavio Spada, che non era neanche mio cliente, non ho portato alcun messaggio – ha dichiarato la donna dinanzi al giudice per le indagini preliminari.

Leggi anche / Ostia, arrestati Salvatore Casamonica ed avvocato: per i pm erano garanti della pax mafiosa insieme ad ultrà laziale ucciso

Secondo la ricostruzione della Dda l’avvocato Gargano avrebbe preso parte ad un incontro, risalente al dicembre del 2017, cui era presente anche Fabrizio Piscitelli, l’ultrà della Lazio soprannominato ‘Diabolik’ ucciso poi ad agosto dello scorso anno. Un incontro che sarebbe servito a siglare una ‘pax mafiosa’ ad Ostia.

«Non ho incontrato il giorno dopo la riunione a Grottaferrata Ottavio Spada, ma 8 giorni dopo – ha affermato Lucia Gargano –  Sono stata a Rebibbia per incontrare altri clienti – ha aggiunto –  Sono andata all’incontro in maniera occasionale, casuale. Avevo appuntamento con Piscitelli e sua moglie a casa loro a Grottaferrata, lui non c’era perché era a pranzo con altre persone e per questo l’ho raggiunto al ristorante».

Leggi anche:
– 
Palermo, 8 arresti per mafia: c’è anche Gaetano Scotto, il boss indagato per la morte del poliziotto Nino Agostino
– Regionali Campania, il Pd rompe gli indugi: candida De Luca e apre le trattative con i Cinque Stelle e Italia Viva
– Giustizia, il costo economico di un processo per lo Stato: la corrente Md fa i conti, si arriva sino a 2mila euro
– ‘Ndrangheta in Valle d’Aosta, chieste pene sino a 20 anni: proposta anche la condanna dell’avvocato Romeo
– Camorra, così i Lo Russo facevano entrare in carcere i telefonini per i loro detenuti: «Prendi una scarpa e il nastro isolante»
– Coronavirus, caso sospetto in Campania: paziente cinese residente nel Salernitano trasferito all’ospedale Cotugno di Napoli
– Anziano abbandonato senza vita vicino all’ospedale di Benevento, fermata la convivente 
– Blitz dei carabinieri nel mercato settimanale non autorizzato del rione Vasto a Napoli 
– Sassari, accoltella la ex poi abbandona il cadavere in casa di un amico: arrestato 45enne 
– Frecciarossa deragliato, dopo il dissequestro dell’area rimosse le due carrozze: il treno tornerà sui binari 
– Regionali, centrodestra diviso su Stefano Caldoro. Salvini: «Prendiamoci qualche giorno in più per decidere» 
De Luca sì, De Luca no: direzione regionale del Pd campano sul rebus elettorale. Determinanti le Suppletive 

 

martedì, 18 Febbraio 2020 - 08:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA