Germania, strage ad Hanau: 11 morti L’attentatore, tedesco, voleva «sterminare gli immigrati»; ha fatto fuoco in 2 locali

attentato hanau

Una notte di sangue e di paura. Ad Hanau, cittadina tedesca di centomila abitanti a 25 chilometri da Francoforte, la notte è stata lunga. Undici persone sono morte: dieci di loro sono state uccise da un uomo, che ha volutamente firmato un attentato; l’altra vittima è l’attentatore stesso.

E’ cominciato tutto intorno alle 22 di ieri sera nella centralissima piazza del Heumarkt: un’auto si è fermata lì davanti, un uomo è sceso, è entrato nel locale dove si fuma il tradizionale narghilè ed ha aperto il fuoco, uccidendo tre perone che erano lì. Gli avventori sono in prevalenza giovani immigrati di nazionalità turca o curda. Poi è risalito in auto e si è recato in un altro quartiere della città, Kesselstadt: anche stavolta ha raggiunto un altro bar dove si fuma narghilè e sempre frequentato da immigrati; è entrato nel Caffè Midnight ed ha ucciso altre sei persone. Quindi è risalito in auto ed è fuggito. Lo hanno trovato intorno alle 3.30 di questa notte. A casa sua. Grazie ad alcuni testimoni oculari degli omicidi, agenti della polizia e del reparto speciale Sek sono riusciti ad individuarlo ma quando hanno fatto irruzione nell’appartamento hanno scoperto non solo il cadavere del killer ma anche quello della madre.

L’ultima strage avvenuta in Germania risale al dicembre 2016, quando il tunisino Anis Amri attaccò il mercatino di Natale della Chiesa della Memoria di Berlino con un camion, uccidendo 12 persone. Ma nel paese, che proprio in questi giorni vive una crisi politica a causa di Alternative fuer Deutschland, fa paura anche il terrorismo dell’estrema destra: ed è di pochi giorni fa il megablitz della polizia in cui 12 persone sono state arrestate con l’accusa di voler commettere attentati contro profughi e musulmani per scatenare una guerra civile in Germania e sovvertire l’ordine costituito. L’attentatore si chiamava Tobias R. ed era tedesco. Nel suo appartamento gli inquirenti avrebbero trovato un video e uno scritto nel quale l’uomo avrebbe rivendicato gli attentati: avrebbe scritto che alcuni popoli, che non si possono più espellere dalla Germania, devono essere annientati.

Leggi anche:
– 
Abbonamenti pirata a pay tv, denunciati 223 clienti in tutta Italia: rischiano sino a 8 anni di carcere e multe salate
– Concorsi e nomine pilotate nella sanità lucana, rinviati a giudizio l’ex governatore Pittella (Pd) e altri 21 imputati
– Uccise la moglie con un colpo di pistola, la Cassazione chiude il processo: ergastolo confermato a Carmine D’Aponte
– Omicidio Bottone, arrestato uomo dei Sequino. Il pentito sopravvissuto: «Ucciso davanti a un ragazzino di 12 anni»
– Napoli, svuotavano i conti di clienti in fin di vita: 2 persone arrestate e 15 indagati
– Napoli, crac pilotato dietro il ‘Gran Bar Riviera’. Il gip: «Schema truffaldino messo in piedi da commercialista e imprenditori»

giovedì, 20 Febbraio 2020 - 09:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA