Coronavirus, la Finanza nelle sedi di Amazon ed eBay: verifiche sui ‘prezzi pazzi’ dell’Amuchina


Il Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Milano ha effettuato acquisizioni di documenti e dati nelle sedi di Amazon e eBay nell’ambito dell’inchiesta dei procuratori aggiunti Tiziana Siciliano e Eugenio Fusco sulle “manovre speculative” nelle vendite a prezzi folli di mascherine, gel disinfettanti e altri prodotti sanitari in questi giorni di emergenza Coronavirus. Il fascicolo, che ipotizza speculazioni sui prezzi di «generi di prima necessità», è a carico di ignoti.

Amazon, in una nota, si è detta a completa disposizione della magistratura («Stiamo offrendo la massima collaborazione») e ha sottolineato che «i partner di vendita stabiliscono i prezzi dei loro prodotti nel nostro store e abbiamo delle regole per aiutarli a definire tali prezzi in modo competitivo. Monitoriamo attivamente il nostro store e rimuoviamo le offerte che violano le nostre regole».

Nella giornata di oggi la procura di Milano ha aperto anche un secondo fascicolo di inchiesta per diffusione di notizie false atte a turbare l’ordine pubblico in relazione a un file audio, diffuso su WhatsApp, nel quale si invitava i milanesi a fare scorte di cibo annunciando che anche Milano sarebbe finita in «quarantena come mi ha detto la moglie di uno della Regione». 

L’apertura di questo secondo fascicolo di inchiesta è stata accolta con favore dal viceministro dell’Interno Matteo Mauri: «Chi per qualsiasi motivo, in una situazione delicata come quella che stiamo vivendo, crea o genera del panico ingiustificato nella popolazione commette un grave reato, rispetto al quale si assumerà tutte le responsabilità. Per questo ha fatto bene la procura di Milano ad aprire un’inchiesta. Generare ulteriore angoscia tra i cittadini è da irresponsabili. Auspico che l’autore di questa stupida azione sia individuato e punito come merita».

Leggi anche:
– 
Carabiniere ucciso a Roma, parte il processo. La vedova di Cerciello: «L’assassinio non resti impunito»
– Coronavirus, l’onorevole Di Sarno (M5S) interroga il ministro dell’Interno: «Servono misure contro prezzi pazzi e sciacalli»
– Processo sul naufragio del Norman Atlantic, slitta l’udienza: 32 imputati per la strage che provocò 31 morti
– La banda dei falsi incidenti, 25 indagati: ci sono un perito assicurativo e due avvocati, uno già radiato
– Coronavirus, ora il sindaco di Napoli ordina la pulizia delle scuole e lascia gli alunni a casa sino a sabato
– Coronavirus, il ministro Azzolina: «Nessun rischio per l’anno scolastico»
– Pompei, 33enne muore dopo aver partorito il terzo figlio: aperta un’inchiesta
– Coronavirus, il bilancio delle vittime sale a 11: il contagio si estende ad altre regioni. Governo in campo per misure uniformi
– Coronavirus, giù incassi del cinema del 44% in un week-end. Con lo stop delle gite a rischio business da 316 milioni
– Auto, Fca punta su Pomigliano: lo stabilimento produrrà l’Alfa Romeo Tonale, investimenti per un miliardo
– Coronavirus, rimborsi per i viaggi in treno: decisione di Fs e Italo. Bufera per il ‘no’ ai rimborsi di Ryanair e EasyJet

mercoledì, 26 Febbraio 2020 - 16:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA