Prestito da 400 milioni all’Alitalia, Ue apre un’indagine su aiuto di Stato

alitalia

La Commissione europea ha avviato un’indagine approfondita per valutare se il prestito di 400 milioni di euro che l’Italia ha concesso ad Alitalia costituisca un aiuto di Stato e se sia conforme alle norme dell’Ue in materia di aiuti alle imprese in difficoltà. Ora l’Italia e le altre parti interessate hanno la possibilità di presentare le loro osservazioni. L’antitrust Ue ha aperto l’indagine dopo aver ricevuto una serie di denunce secondo le quali il prestito è un aiuto di Stato illegale.

La Commissione Ue sottolinea che l’avvio dell’indagine approfondita «non pregiudica in alcun modo l’esito dell’indagine stessa», e ricorda che «sta lavorando a stretto contatto con le autorità italiane sulla questione». Si tratta della seconda indagine aperta dalla Commissione su un prestito del Governo ad Alitalia. La prima fu aperta nell’aprile 2018 per valutare se il primo prestito ponte, da 900 milioni di euro, fosse compatibile con le norme dell’Ue in materia di aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione. Tale indagine è ancora in corso «ed è condotta separatamente» da quella di oggi.

Leggi anche:
Fa un figlio con l’alunno 15enne, domiciliari revocati alla prof di Prato: disposto il divieto di avvicinamento
– Governo, sgambetto di Di Maio al sottosegretario Scalfarotto. Il renziano accusa: «Accordi non rispettati»
– Maxi-confisca all’editore di Tv Luna: allo Stato 25 milioni di euro
– Fuga di notizie, sospeso dirigente di polizia di piazzale Clodio: informò il proprietario del Viareggio Calcio
– Marsala, Nicoletta uccisa dagli amici: chiesti 30 anni di carcere per l’uomo che le ha inferto dodici coltellate
– Aggredirono anziano in casa e gli diedero fuoco, l’Appello aumenta la pena: 16 anni a componente della ‘banda di bulli’
– Napoli, agguato in piazza Nazionale: rito abbreviato per i fratelli Del Re, i genitori e i nonni di Noemi parte civile

venerdì, 28 febbraio 2020 - 19:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA