Coronavirus a Napoli, chiusi i parchi pubblici di Pianura e Soccavo. Il presidente della IX Municipalità: «Troppa gente»

Coronavirus

Parchi pubblici chiusi a Pianura e Soccavo, quartiere della periferia occidentale di Napoli. E’ il contenuto della delibera con effetto immediato adottata dalla IX Municipalità del Comune di Napoli. Un atto eccezionale, che va oltre le disposizioni del decreto legge entrato in vigore stamattina e che rende tutta l’Italia “zona protetta”.

La decisione è stata presa «per contenere la diffusione del coronavirus e tutelare la pubblica incolumità», spiega il presidente dell’ente Lorenzo Giannalavigna. «Questo doloroso ma necessario provvedimento si è reso necessario dal momento che, fino a qualche minuto fa, ci segnalavano notevoli assembramenti di persone nei nostri parchi. Le aree verdi resteranno chiuse fino a cessata esigenza e il personale di sorveglianza sorveglierà gli accessi per impedire qualsiasi ingresso».

Non c’era altra scelta per il Giannalavigna, come è spiegato nel comunicato: «Nonostante i divieti del Governo – che prescrivono il divieto assoluto di formare assembramenti – fino a poche ore fa i polmoni verdi del quartiere sono stati presi d’assalto da decine di persone che si intrattenevano incuranti del pericolo di contagio. Il provvedimento è stato adottato di concerto con il dottor Spagnuolo, dirigente della Municipalità 9».

«In attesa che il Comune di Napoli decida di adottare la medesima misura in tutta la città – ha continuato il presidente Giannalavigna – abbiamo deciso, nell’unico interesse dei cittadini, ad adottare questa misura draconiana. L’appello che rivolgiamo ai cittadini è di rispettare i regolamenti sanitari imposti dal Governo, di uscire il meno possibile e solo per i motivi disciplinati dalla legge».

Leggi anche:
– Coronavirus, i farmacisti di Napoli chiedono di svolgere il servizio a serrande abbassate: lettera al prefetto
– Viola i domiciliari per minacciare l’avvocato e chiama pure il 112 per ottenere ‘giustizia’: 42enne finisce nei guai
– Cercano stupefacenti ma scoprono opere d’arte rubate: denunciati per ricettazione
– Coronavirus, bar e sala giochi violano le disposizioni: titolari denunciati
– Coronavirus, campionato di calcio sospeso fino al 3 aprile ma c’è la deroga per le Coppe. Ecco il decreto 
– Coronavirus, riecco l’Italia degli irresponsabili: assalto ai market dopo il decreto. Il Governo: «Spesa garantita» 
– Coronavirus in Campania, De Luca dopo la fuga dal Nord: «Ci sarà un picco di contagi. Aiutateci o pagheremo un prezzo alto»
– Allarme fake news: «Il Coronavirus è arrivato a Martina Franca». Ma è una bugia: 21enne nei guai

martedì, 10 Marzo 2020 - 19:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA