Coronavirus, sorpreso a spasso con capretta e cavallo: «Dovevo portarli a passeggio»

Giugliano capretta e cavallo

La fantasia ai tempi del Coronavirus. Ennesima violazione, con giustificazione alquanto singolare, alle ordinanze emanate dal governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca. Ieri mattina gli agenti del commissariato di Giugliano-Villaricca, durante il servizio di controllo del territorio, finalizzato anche a garantire il rispetto delle misure urgenti per la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, hanno notato un uomo che passeggiava con una capretta e un cavallo al guinzaglio. Agli agenti che lo hanno fermato, l’uomo ha dichiarato di essere più che giustificato: «Dovevo portare gli animali a passeggio». E’ stato denunciato per inottemperanza alle prescrizioni del D.P.C.M. 9 marzo 2020.

Il Coronavirus è un killer per maschi anziani e malati:
i decessi di under 50 sono 36, più ‘forti’ le donne | I numeri

Questa mattina sono scattati intanto i primi provvedimenti di quarantena obbligatoria a Pozzuoli. Riguardano tre persone inosservanti dei provvedimenti dell’autorità di governo e delle ordinanze regionali. L’obbligo di fermo obbligatorio a casa di 14 giorni è stato applicato ad una coppia di coniugi ultrassessantenni residente a Bacoli, sorpresa dalla polizia municipale a passeggiare tranquillamente e senza documenti attorno al lago d’Averno a Pozzuoli, incurante dei divieti.  Quarantena obbligatoria anche per un 50enne che circolava sulla sua auto senza un valido motivo.

Leggi anche:
Inchiesta sul pm Palamara, disposto il sequestro dei beni: provvedimento anche per un imprenditore e una donna
– Un cordone ombelicale, da Napoli a Parigi, per salvare la vita a un bambino
– Coronavirus, l’Rc auto si paga ma resta valida più a lungo. Trenta giorni per pagare le multe in maniera ridotta 
– 
Coronavirus, mascherine fai da te prodotte in casa e vendute sul web: 48enne nei guai nel Napoletano 

sabato, 21 Marzo 2020 - 20:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA