Coronavirus, una vittima e due nuovi contagi a Portici: si attende l’esito di 5 tamponi. Cuomo: «Rispettate le ordinanze»

veduta Portici
Portici

Sono tre le persone contagiate dal Coronavirus a Portici, nella stima rientra anche la donna morta ieri. Lo ha comunicato su Facebook il sindaco Enzo Cuomo nel corso dell’aggiornamento sulla situazione nella cittadina vesuviana. Il sindaco ha spiegato di avere verificato gli isolamenti in atto al momento e la ricostruzione dei contatti avuti negli ultimi 14 giorni dalla cittadina risultata positiva al tampone e attualmente ricoverata al Cotugno; ieri una donna anziana aveva perso la vita per le conseguenze del Covid19.

Leggi anche / Coronavirus, la battaglia di Torre del Greco: due nuove vittime, sono zia e nipote. I contagiati salgono a 31

«La prima paziente di Portici positiva – ha spiegato Cuomo – è in buone condizioni sebbene abbia altre patologie pregresse, ed è seguita dal figlio e dalla nuora oltre che dai medici». I tamponi eseguiti in città nei giorni scorsi sono 24: 19 sono risultati negativi, di cinque si è ancora in attesa degli esiti. Tra i tamponi effettuati, uno riguarda il marito della donna deceduta; per il questo caso si è già iniziata l’attività di profilassi con il controllo dei contatti della vittima e del consorte.

Leggi anche / Coronavirus, il Vesuviano trema: un nuovo caso a Torre Annunziata, tre contagiati a Torre del Greco

Cuomo ha poi chiesto la collaborazione dei cittadini per il rispetto dell’ordinanza dei ministri dell’Interno e della Salute che vietano gli spostamenti in Comuni diversi da quelli in cui si trovano se non per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza e di salute. Ordinanza che, accanto alla sanzioni, prevede l’isolamento fiduciario di 14 giorni per i trasgressori.

Leggi anche/ Coronavirus in Campania, altre due vittime a Castellammare: nella città altri due contagiati ed 88 in quarantena

«Ieri abbiamo avuto un livello basso dei contagi nella nostra Regione – ha concluso Cuomo –  non è un dato statisticamente rilevante ma potrebbe rappresentare un segnale di speranza che continuando a rispettare la regola di non muoverci da casa il numero dei contagi diminuirà».

Leggi anche:
– 
Inchiesta sul pm Palamara, disposto il sequestro dei beni: provvedimento anche per un imprenditore e una donna
– Un cordone ombelicale, da Napoli a Parigi, per salvare la vita a un bambino
– Coronavirus, l’Rc auto si paga ma resta valida più a lungo. Trenta giorni per pagare le multe in maniera ridotta 
– 
Coronavirus, mascherine fai da te prodotte in casa e vendute sul web: 48enne nei guai nel Napoletano 

lunedì, 23 Marzo 2020 - 10:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA