Coronavirus, ancora un record negativo: 743 morti in un giorno, è il secondo peggiore bilancio da inizio emergenza

Coronavirus

Risale ancora la curva delle vittime da Coronavirus, a testimoniare – purtroppo – come la strada sia ancora lunga e l’emergenza contagio sia ancora nel pieno. Dopo gli ultimi giorni in cui il numero dei morti era lievemente sceso sotto la soglia del 700 che sabato scorso ha fatto segnare il suo punto più alto (793 morti in 24 ore), il bollettino delle 18 di oggi enunciato dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli nella consueta conferenza stampa segna un altro triste record: le vittime delle ultime 24 ore sono 743. Ieri le vittime erano 601.

Numeri pesanti, dunque. Che testimoniano quanto sia prematuro parlare di ‘leggero calo’. Resta stabile il trend dei contagiati: oggi si registrano 3612 positivi in più, che portano a 54030 il numero degli attuali positivi (la cifra non tiene conto delle persone già guarite e di quelle decedute). Di queste 28697 sono in isolamento domiciliare senza sintomi e 3393 in terapia intensiva.

Ai numeri dei decessi più alti rispetto a ieri corrisponde in percentuale un aumento dei numeri delle vittime nella sola Lombardia, che resta la regione più colpita e stremata dall’emergenza sanitaria. I nuovi decessi sono 402 (quindi più della metà del dato nazionale), per un totale di 4178. Il numero dei contagiati supera quota 30mila: oggi 1942 casi. «Ci è venuto addosso uno tsunami», ha detto l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. Tra i nuovi casi contagio vi è anche Guido Bertolaso, che ne ha dato comunicazione sulla sua pagina Facebook.

Massima attenzione, poi, per l’andamento dei contagi nelle singole province lombarde. Milano è il sorvegliato speciale: qui i casi continuano a crescere, si registrano altri 357 positivi che portano il totale a 5701. Nel solo capoluogo (esclusi i comuni di provincia) i contagiati sono 2297 con un incremento di 121. Un numero complessivo quello della provincia di Milano che pericolosamente si avvicina a quelli di Bergamo e Brescia. A Bergamo i casi in totale sono ora 6298, con una crescita di 393. Aumento anche a Monza: + 324 casi per un totale di 1454 malati.

Leggi anche:
– 
Il Coronavirus mette fuori gioco Bertolaso: «Sono positivo, ma coordinerò i lavori dell’ospedale della Fiera a distanza»
– Coronavirus, scrive «devo fumare una canna» sull’autocertificazione: 18enne denunciato nel Napoletano
– C’è la quarantena, ma non per i sicari: 33enne ferito in un agguato nel Napoletano, caccia a 4 uomini 
– Lombardia, Fontana chiede al Governo se c’è conflitto con la sua ordinanza. Ma in Campania De Luca va dritto come un treno
– Carceri, mascherine di carta attaccate con le spillette o chirurgiche: la dotazione per la Penitenziaria in alcune carceri
– Coronavirus, stabilimento Fca produrrà mascherine. La Ferrari supporterà la produzione di respiratori

martedì, 24 Marzo 2020 - 18:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA