Napoli, sugli scaffali spuntano gli igienizzanti anti-Coronavirus ma è una truffa: maxi sequestro dei carabinieri

Gli igienizzanti sequestrati

Un igienizzante per le mani pubblicizzato come ‘anti-coronavirus’ è stato sequestrato in un supermercato di Napoli dai carabinieri del Nas impegnati in questi giorni in un’attività di controllo sulle frodi, sempre più diffuse, legate all’emergenza in corso.

Si moltiplicano infatti le pratiche commerciali scorrette di chi mette in vendita prodotti non corrispondenti alle caratteristiche pubblicizzate, o mancanti delle previste autorizzazioni ministeriali, o a prezzi esorbitanti.

In particolare i Nas  di Napoli hanno sequestrato 450 confezioni (da un litro) di un prodotto denominato “Farmaclean – Igienizzante mani”, posto in vendita come “biocida” che sull’etichetta riportava la dicitura “elimina fino al 99,9% batteri, funghi e virus…attivo su virus (coronavirus, hiv, hbv, hcv)”. Pubblicità risultata ingannevole per il consumatore, poiché il prodotto era privo della prescritta autorizzazione ministeriale.

Infatti, sulla base delle disposizioni fornite dal Ministero della Salute, i prodotti che pubblicizzano in etichetta un’azione “sanitizzante/sanificante” si considerano rientranti nella definizione di prodotti biocidi e, pertanto, possono essere immessi in commercio solo a seguito di una specifica autorizzazione da parte dello stesso Dicastero o dell’Unione Europea.

Leggi anche / Kit per il test rapido sul Coronavirus venduti on line, ma erano ‘fuori legge’: la Finanza ne sequestra 900 

Tale autorizzazione/registrazione assicura che tali prodotti siano stati sottoposti a una preventiva valutazione che ne garantisca la sicurezza e l’efficacia nelle condizioni di uso indicate e autorizzate.

La verifica è stata estesa al laboratorio di produzione del prodotto igienizzante, anch’esso a Napoli, e si è conclusa con il sequestro giudiziario dei locali, delle attrezzature, dei materiali per il confezionamento (etichette, confezioni, tappi, etc.), nonché di ulteriori 3000 litri di “sanificante per le mani” in via di confezionamento e 4000 flaconi già confezionati.
Il titolare del laboratorio di produzione è stato denunciato per il reato di frode nell’esercizio del commercio.

venerdì, 27 Marzo 2020 - 11:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA