Coronavirus, 431 le vittime: è il dato più basso dal 18 marzo. Milano non migliora

(Foto Kontrolab)

Sono 431 i morti in Italia per Coronavirus nelle ultime 24 ore. Sale quindi a 19.899 il numero delle vittime nel Paese dall’inizio dell’emergenza. I dati, forniti dalla Protezione Civile nel consueto punto stampa, testimoniano però una situazione in lieve miglioramento anche per quanto riguarda il numero dei decessi, che ieri erano stati 619. Complessivamente  sono 102.253 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento di 1.984 rispetto a ieri.

Sabato l’incremento era stato di 1.996. Sono 3.343 i pazienti nei reparti, 38 in meno rispetto a ieri. Di questi, 1176 sono in Lombardia, 2 in meno rispetto a ieri. Dei 102.253 malati complessivi, 27.847 sono ricoverati con sintomi, 297 in meno rispetto a ieri – e 71.063 sono quelli in isolamento domiciliare. Il numero dei contagiati totali dal coronavirus in Italia – compresi morti e guariti – è di 156.363, con un incremento rispetto a ieri di 4.092. La Provincia Autonoma di Bolzano ha effettuato un ricalcolo dei guariti verificando una diminuzione di 110 rispetto a ieri. Superato il milione di tamponi eseguiti, in totale 1.010.193.

La situazione in Lombardia

Numero in forte riduzione dei morti in Lombardia rispetto al solito: sono 110, dai 273 di ieri, per un totale di 10.621. «E’ l’elemento di maggiore tristezza, ma il dato è molto inferiore rispetto a ieri e forse finalmente dopo tanti giorni possiamo dire che c’è un trend di riduzione anche per i decessi e questo è un indice che dobbiamo tenere presente», ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera. Il numero delle vittime, 110, è il più basso dallo scorso 14 marzo, quando i decessi da un giorno all’altro furono 76. Ieri i morti sono stati 273, l’altro ieri 216.

Nella regione oggi ci sono 59.052 positivi al coronavirus, 1.460 in più rispetto a ieri, un po’ meno dei +1.544 del giorno precedente. Calano i ricoveri generici in ospedale, con 57 posti liberati nella Regione. Secondo gli ultimi dati illustrati dall’assessore al Welfare, i tamponi processati ieri sono stati 9.530. «Nelle scorse settimane ne facevano 5mila, 6mila», ha ricordato Gallera. «C’è una crescita costante, ma il dato molto positivo è il calo dei ricoverati». Il numero dei dimessi è 1.405.

Leggi anche:
– Coronavirus, dati in aumento: 610 vittime e 4694 contagi. All’aeroporto di Bergamo arrivano 88 infermieri da tutta Italia
– Portici, boato nella notte in via Libertà: danneggiata la saracinesca di un negozio di elettrodomestici
– Mafia, online gli atti del maxi-processo a Cosa nostra: parte il progetto della Fondazione Falcone
– Uccisa dal marito dopo 12 denunce, la Cassazione accoglie il ricorso dei figli: l’indennizzo non va revocato
– Coronavirus, lo Spolettificio di Torre Annunziata produrrà 6 milioni di mascherine al mese
– Coronavirus, l’Asl Napoli 2 Nord sperimenta un farmaco per malattie rare: 2 pazienti escono dalla terapia intensiva
– Calcio, cig per impiegati del Napoli fino a ripresa allenamenti. Ipotesi taglio di stipendio per i calciatori

domenica, 12 Aprile 2020 - 19:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA