Prezzi pazzi, in Campania nasce l’Osservatorio Regionale contro le distorsioni del mercato

Euro

Porre un argine al «fenomeno di distorsione del mercato generato dall’imposizione di prezzi sproporzionati, sia al dettaglio che all’ingrosso». Con questo obiettivo in Campania nasce l’Osservatorio Regionale Prezzi.

L’organismo, la cui partecipazione è a titolo gratuito, presieduto dall’assessore alle Attività produttive o un suo delegato, sarà composto dai rappresentanti di Prefetture, di Guardia di Finanza, di Anci Campania, di Unioncamere Campania, di associazioni dei consumatori dal direttore generale della Direzionale Generale per lo Sviluppo Economico e Attività Produttive e da un dirigente della stessa Direzione per le attività di raccordo. È, inoltre, la prevista la partecipazione, su specifica richiesta dell’assessore, dei responsabili degli Uffici Speciali, di Direzioni Generali e di Strutture di missione interessati nella questione o loro delegati.

Su invito dell’assessore, possono partecipare anche altri soggetti in rappresentanza di enti, istituzioni del settore produttivo, di associazioni di categoria e ogni altro ambito associativo interessato. Le modalità di funzionamento dell’Osservatorio istituito con delibera dalla Giunta di Vincenzo De Luca saranno stabilite nel corso dell’incontro di insediamento.

Leggi anche:
– Sant’Antimo, inchiesta sui carabinieri infedeli: Perrotta torna in servizio. Nuove indagini, per il gip carenti i gravi indizi
– Coronavirus, l’odissea dell’Alan Kurdi: da 9 giorni in mare con 149 migranti a bordo. L’Italia non dà ancora ok allo sbarco
– Voglia di mare, il turismo preme per ripartire ma i ‘nodi’ da sciogliere sulla sicurezza dei bagnanti sono infiniti
Pio Albergo Trivulzio, la Finanza negli uffici della Regione Lombardia
– Coronavirus a Napoli, entrano in una scuola e fanno una grigliata a Pasquetta
– Coronavirus, controlli dei carabinieri in oltre 600 Rsa: il 17% presenta irregolarità
– Coronavirus, in Campania un piano di controlli e di test di verifica del contagio in vista della ‘fase 2’
– Cura Italia, finalmente parte il primo pacchetto di misure per il sostegno di famiglie, lavoratori e imprese
– Scossa di terremoto in Irpinia di magnitudo 3,3: epicentro tra Nusco e Lioni
– Coronavirus, con il lockdown oltre la metà degli italiani va a lavoro. Record al Sud

mercoledì, 15 aprile 2020 - 18:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA