Coronavirus, curva dei contagi in discesa ma Brusaferro (Iss) avverte: «Il 90% degli italiani è a rischio contagio» | I dati


La curva dei nuovi contagiati è in discesa ma il rischio che il Coronavirus torni ad accelerare è altissimo perché «il 90% degli italiani non è venuto in contatto con il virus». Il che significa che la larghissima parte della popolazione è ancora rischio contagio. Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore della sanità, prova a chiarire con queste parole il perché gli esperti invitano alla massima cautela per la ‘fase 2’ e per l’adozione di rigorose misure sul piano sanitario per monitorare l’andamento del contagio. «L’immunità di gregge è lontana – insiste – Essa si ha quando si raggiunge una percentuale dell’80% di contagiati, percentuale che è bel lontano dal caso italiano».

Le indicazioni per il futuro sono chiare. E non potrebbero avere un tenore diverso dal momento che i dati dell’andamento del contagio restituiscono sprazzi di luce ma sono ben lontani dal restituire la convinzione che il peggio sia passato. Oggi il bollettino della Protezione civile segna 1189 nuovi casi positivi in più rispetto a ieri, il che porta il totale degli attuali positivi a 106607. Sempre positivi i dati sui ricoverati: 2936 pazienti, pari al 3% dei contagiati, sono attualmente in terapia e rispetto a ieri ci sono stati 143 pazienti in meno. «Questo numero non era mai stato così basso dal 21 marzo», afferma il capo della Protezione civile Angelo Borrelli. I ricoverati con sintomi sono attualmente 26893 (pari al 25%), con una diminuzione di 750 ricoverati rispetto a ieri. Il 72% dei contagiati, pari a 76778, è invece in isolamento a casa perché ha pochi sintomi o è asintomatico. Ancora alto, ma stabile, il numero delle vittime: i nuovi deceduti sono 525.

Sul dato nazionale pesano ancora le stime della Lombardia e anche quelle del Piemonte, dove – contrariamente a quello che sta avvenendo in altre regioni – il contagio è invece in salita. In Lombardia, attualmente, i positivi sono 63.094 con un aumento di 941 nuovi casi, mentre ieri era stato di 827, ma oggi i tamponi sono stati 10.706, mentre ieri poco più di 7000. I decessi sono 11.608 con un aumento di 231 vittime mentre ieri erano state 235. Calano i ricoverati sia in terapia intensiva (1.032 con -42) e soprattutto negli altri reparti (11.356, -687). La provincia con un aumento più alto di positivi è Milano con 277 nuovi casi (e un totale di 14.952), di cui 102 in città (6.160 in totale). A Brescia i contagiati sono 11.355 (+168), a Bergamo 10.518 (+45) mentre sono stati solo 5 in casi a Sondrio e 4 nel Lecchese.

Quanto alla fotografia scattata regione per regione, dai dati della Protezione civile emerge che sono 33.090 i malati in Lombardia (169 in più rispetto a ieri), 13.663 in Emilia-Romagna (+86), 13.783 in Piemonte (+588), 10.800 in Veneto (+11), 6.613 in Toscana (+196), 3.437 in Liguria (-27), 3.124 nelle Marche (+27), 4.144 nel Lazio (+97), 3.118 in Campania (+31), 2.087 a Trento (-17), 2.625 in Puglia (+52), 1.330 in Friuli Venezia Giulia (-64), 2.108 in Sicilia (+27), 1.850 in Abruzzo (+40), 1.593 nella provincia di Bolzano (+17), 536 in Umbria (-46), 865 in Sardegna (-5), 847 in Calabria (+28), 518 in Valle d’Aosta (-30), 273 in Basilicata (+12), 203 in Molise (-3). Quanto alle vittime, se ne registrano 11.608 in Lombardia (+231), 2.843 in Emilia-Romagna (+55), 2.094 in Piemonte (+79), 981 in Veneto (+41), 585 in Toscana (+29), 828 in Liguria (+21), 764 nelle Marche (+18), 316 nel Lazio (+5), 286 in Campania (+8), 322 nella provincia di Trento (+4), 299 in Puglia (+11), 217 in Friuli Venezia Giulia (+5), 187 in Sicilia (+6), 243 in Abruzzo (+3), 225 nella provincia di Bolzano (+2), 55 in Umbria (+1), 85 in Sardegna (+2), 72 in Calabria (+1), 122 in Valle d’Aosta (+1), 22 in Basilicata (+1), 16 in Molise (+1).

Leggi anche:
– L’Unione degli Industriali di Napoli dona 400mila euro per il Covid Center dell’Ospedale del Mare
-Coronavirus, l’Aifa autorizza la sperimentazione della Colchicina sui malati di Covid-19
– Coronavirus, von der Leyen: «L’Ue chiede scusa all’Italia. Medici e infermieri sono i nostri eroi, proteggiamoli»
– Coronavirus, Sileri: «Il vaccino dovrà essere obbligatorio, batteremo il virus»
Coronavirus, Patuanelli: «Lavoriamo a indennizzi a fondo perduto per le Pmi». L’Italia guarda a Francia e Germania
 Import di mascherine, sequestrati 400mila pezzi e denunciati 4 imprenditori cinesi. Il deposito era un ristorante di sushi
– 
Coronavirus in Campania, per iniziare la fase 2 arriva la app regionale che traccia i contagi. Ultimo bollettino: +80 casi

giovedì, 16 Aprile 2020 - 18:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA