Prestiti con interessi oltre il 60%, commercialista sotto strozzo: in carcere titolare di distributore di benzina | Video


Prestiti ad usura e minacce rivolte ai debitori affinché rispettassero le scadenza per la consegna delle somme pattuite: sono le condotte contestate dalla procura della Repubblica di Torre Annunziata a Catello Schettino, di Castellammare di Stabia, titolare di un distributore di carburanti ubicato nel comune di Santa Maria la Carità. Schettino è stato arrestato questa mattina dalla Guardia di Finanza di Torre Annunziata in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere spiccata dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale oplontino. Risponde di usura ed estorsione ai danni di un commercialista della penisola sorrentina. Contestualmente i finanzieri hanno eseguito il sequestro preventivo di quasi 320mila euro quale profitto diretto del reato di usura.

La storia – in base a quanto ricostruito – comincia nel 2013 e arriva sino ai giorni nostri: il commercialista si era rivolto a Schettino per un prestito di 65mila euro. Schettino gli aveva applicato gravosi tassi usurari, ben oltre il 60%: complessivamente il commercialista avrebbe dovuto restituire 300mila euro. Una cifra blu. Così il commercialista non è riuscito a rispettare gli accordi, divenendo oggetto di pressanti richieste di minacce. Per saldare i suoi debiti l’uomo ha finanche venduto all’usuraio la casa del padre e quella della madre.

Ma non solo: «Schettino costringeva la vittima, tra le varie modalità di restituzione del prestito, ad assumere la moglie, in qualità di collaboratrice professionale (con emissione di regolare busta paga e con il pagamento di stipendio e – almeno in parte – degli oneri contributivi e previdenziali), senza che quest’ultima svolgesse di fatto alcuna prestazione lavorativa, con la conseguente elargizione alla consorte dello “strozzino”, tra l’altro, di assegni per quasi 40 mila euro», si legge nel comunicato stampa.

Leggi anche:
– La Campania riapre: ok alle consegne a domicilio per librerie, ristoranti, pizzerie, bar e pasticcerie ma con orari diversi
– Boss scarcerato, la Lega fa polemica pretestuosa e il Pd se la prende col magistrato. Bonafede: «Subito verifiche»
– Coronavirus, parte la distribuzione di mascherine ai cittadini della Campania
– Roma, colpo al patrimonio del clan Spada: confiscati beni per 18 milioni di euro
– Auto impatta contro un tir e si ribalta: militare 33enne muore nel Salernitano
– Napoli, droga consegnata a domicilio con i corrieri: sequestrati 2 chili di hashish e marijuana

giovedì, 23 aprile 2020 - 11:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA