Fase 2, il Governo aggiusta il tiro sulle visite: per ‘congiunti’ si intendono anche fidanzati ed affetti stabili

Conte

Ventiquattrore di polemiche ed interrogativi, finché non si è reso necessario l’intervento del Governo per chiarire uno dei punti più discussi del nuovo Dpcm: cosa si intende per «congiunti», coloro per i quali potremo finalmente uscire dalla quarantena per una visita. E perché non ricomprendere anche affetti non di sangue come amici e fidanzati?

La risposta è arrivata ieri sera. A dispetto della legge penale, per la quale si intende per prossimi congiunti gli ascendenti, i discendenti, il coniuge, la parte di un’unione civile tra persone dello stesso sesso, i fratelli, le sorelle, gli affini nello stesso grado, gli zii e i nipoti (ma non gli affini, qualora il coniuge sia morto e non vi siano figli) l’esecutivo di Conte sarebbe intenzionato ad estendere la definizione di congiunto anche ai conviventi, ai fidanzati e agli affetti stabili.

Altre novità, nelle prossime ore, dovrebbero riguardare le messe, ‘vietate’ nella prima bozza del decreto che invece introduce novità per i funerali: «Sono sospese – si legge nel Dpcm – le cerimonie civili e religiose; sono consentite le cerimonie funebri con l’esclusiva partecipazione di congiunti e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all’aperto, indossando protezioni delle vie respiratorie e rispettando rigorosamente la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro».

Per quanto riguarda le seconde case, resta in vigore l’ordinanza del ministero della Salute del 20 marzo scorso: «Nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza».

Leggi anche:
– Fase 2, la protesta delle mamme di Napoli: «Liberate i nostri figli reclusi»
– Coronavirus, decedute 333 persone ma i nuovi casi sono 1739. Migliora Milano. Brusaferro: «Visite ai parenti con cautela»
Poliziotto ucciso a Napoli, due rom in stato di fermo. Gabrielli: «La Polizia paga un prezzo altissimo»
Copie pirata dei giornali diffuse su Telegram, sequestrati 19 canali. Contestato anche il reato di riciclaggio
– 
Fase 2, ingressi contingentati sui mezzi pubblici: marker sui sedili e mascherine, ma il vero ‘incubo’ è l’ora di punta

 

martedì, 28 Aprile 2020 - 07:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA