Mannaia Coronavirus cul commercio: vendite al dettaglio giù del 20%, bene solo i prodotti elettronici e supermercati

A Padova tanti negozianti hanno appeso un drappo nero alle saracinesche delle loro attività a simboleggiare la morte commerciale cui sono condannati

L’effetto delle misure prese per arginare l’emergenza Covid hanno pesato come prevedibile sui dati delle vendite al commercio in Italia Nel mese di marzo le vendite al dettaglio hanno subito un calo pari al 20,5% in valore ed al 21,3% in volume. I cali maggiori riguardano l’ abbigliamento e pellicceria (-57,1%), giochi, giocattoli, sport e campeggio (-54,2%) e calzature, articoli in cuoio e da viaggio (-54,1%), mentre il calo minore si registra per i prodotti farmaceutici (-6,3%).

Ma ci sono settori che si sono avvantaggiati con l’emergenza Covid: «Il commercio elettronico continua ad essere l’unica forma distributiva in costante crescita» commenta l’Istat. Infatti il commercio elettronico registra una crescita del 20,7%. Favorite le vendite nella grande distribuzione che aumentano soprattutto per i supermercati (+14,0%). Questi risultati preoccupano sia le organizzazioni del commercio e della distribuzione sia le organizzazioni dei consumatori. Per Federconsumatori i dati di marzo sono “fisiologici”. La vera tenuta della domanda interna «la verificheremo nei prossimi mesi» quando si capirà se il potere di acquisto delle famiglie riesce a tenere. Per Confcommercio, Federdistribuzione e Confesercenti i dati sono preoccupanti. Confcommercio evidenzia che l’Indice delle vendite è sceso al livello di venti anni fa. Per Federdistribuzione «il fenomeno è destinato a continuare anche nei mesi successivi».

Per Confesercenti «il lockdown è stato tragico per i piccoli negozi, si tratta della crisi peggiore della storia repubblicana». Per il presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, Massimiliano Dona, secondo il quale «rispetto al resto dell’Europa, considerati i dati resi noti ieri da Eurostat, l’Italia si colloca al primo posto per la caduta mensile delle vendite totali in volume, più del doppio nel confronto con la media Ue, pari a -10,4%, e quasi il doppio dell’Eurozona, che segna una diminuzione dell’11,2%».

Leggi anche:
Strage in discoteca a Corinaldo, ammesse 80 parti civili al processo (abbreviato) alla banda dello spray
Coronavirus, il Cotugno vuole sperimentare la terapia al plasma iperimmune dei guariti
– Napoli, infermiera violentata mentre aspettava il bus: preso l’aggressore
– Coronavirus, per l’Unicef ci sarà un boom di nascite: 116 milioni nel mondo e 365mila in Italia
– Fase 2, al Tribunale di Milano udienze dibattimentali celebrate a porte chiuse
– Coronavirus, Brusaferro: «Calano i contagi ma siamo ancora in fase epidemica»
– Coronavirus, accordo Governo-Cei: dal 18 maggio riprenderanno le messe con fedeli
– Napoli, sesso in cambio di esami: sospeso docente della Federico II e dell’Unifortunato di Benevento
– Alitalia, Patuanelli: «Non l’ennesimo salvataggio ma un rilancio della compagnia di bandiera»

giovedì, 7 Maggio 2020 - 19:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA