Mascherine e gel disinfettante non a norma, scatta il sequestro nel Napoletano: 6mila dispositivi Ffp2 e Ffp3 sotto chiave


Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nel corso di distinti interventi, ha sequestrato diverse centinaia di confezioni di gel disinfettante, oltre 6.000 mascherine protettive non a norma.

In particolare, i finanzieri del Gruppo di Torre Annunziata, all’interno di un deposito di Gragnano e presso un importatore di Poggiomarino, hanno riscontrato che le mascherine protettive, del tipo FFP2 e FFP3, venivano prodotte senza alcuna autorizzazione sanitaria e con false indicazioni e attestazioni di conformità.

I dispositivi di protezione riportavano una marcatura CE falsa e un’attestazione di certificazione da parte di un soggetto non abilitato a qualificarne la conformità agli standard di sicurezza previsti dall’Unione Europea. Denunciato per frode in commercio e contraffazione il titolare della società che le aveva importate.

Leggi anche:
– 
Editoria, sciopero di 48 ore dei giornalisti dell’Ansa contro i tagli prospettati dall’azienda
– 
Nubifragio su Milano, esonda il fiume Seveso: allagati interi quartieri. Preoccupa anche il Lambro
– 
Coronavirus in Campania: +15 contagi e zero positivi tra chi è tornato da fuori. Mille test rapidi in Procura a Napoli
– Coronavirus, morte 262 persone. I nuovi casi sono 992. Oltre 500 in Lombardia. Basilicata e Sardegna senza contagi
– Vento forte fa volare una lamiera che cade su una passante: 53enne morta a Bari
Giornali gratis su Telegram, nuovo colpo ai ‘pirati digitali’: chiuse 28 ‘edicole’
Napoli, protesta degli autisti dei bus: «I mezzi sono sporchi». E in mattinata è stop a numerose corse, nota in procura
Blitz contro i Vollaro: ricostruite 14 estorsioni, solo 2 denunce. Tabaccaio incappucciato e minacciato durante il lockdown

venerdì, 15 Maggio 2020 - 08:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA