Tribunale Nola, flash mob degli avvocati: legali stretti nelle morsa della crisi economica e dei problemi organizzativi

Tribunale Nola
Il palazzo di giustizia di Nola

Flash mob, domani (mercoledì 20 maggio), da parte di un gruppo di avvocati iscritti al gruppo FB “Avvocati liberi e con dignità” per «sensibilizzare le istituzioni circa le problematiche ataviche che attanagliano il Tribunale di Nola (Napoli) e le sedi dei Giudici di Pace del circondario», «amplificate dall’emergenza Covid 19».

La protesta prenderà il via alle 10,30. Gli avvocati puntano il dito, tra le altre cose, contro la mancanza di sostegno alla categoria; contro le lungaggini a cui sono sottoposti a causa della nuova organizzazione per le udienze, contro l’incertezza circa la ripresa delle attività, attualmente fissata per il prossimo 4 giugno. «Il ‘blocco’ della Giustizia – spiega l’avvocato Anna Rita Napolitano – il cui comparto insieme a quello della Pubblica Istruzione è stato completamente fermo, danneggia non solo gli avvocati, ma soprattutto i clienti che, attesa l’impossibilita’ di celebrare le udienze e con rinvii che superano l’anno o fissati a data da destinarsi, in questa situazione di denegata giustizia e di incertezza del diritto, non possono vedere tutelati i loro diritti».

Leggi anche:
– 
Bambini investiti e uccisi dal Suv a Vittoria, chiesti dieci anni per Greco: guidava ubriaco e drogato
– 
Trani, la Giustizia umiliata dai magistrati: indagato pure l’ex procuratore Di Maio, le accuse del pm minacciato
– 
Rubò e diede alle fiamme l’auto della Guardia di Finanza: 34enne viene arrestato e perde anche il reddito di cittadinanza
– 
Soldi dei clienti usati per riciclare denaro, 6 indagati. ‘Mente’ della truffa un ex dipendente dell’Istituto di credito
– 
Spaccio di droga e furti in casa e nei centri commerciali, 11 arresti a Catania. Sgominati due gruppi criminali
– 
Coronavirus in Campania, bonus di 250 euro per gli universitari: servirà per l’acquisto di pc e tablet
– 
Coronavirus, mascherine obbligatorie solo senza distanziamento, ma in Campania lo sono sempre. Sdoganate quelle in stoffa
– Campania, +12 contagi e 3 vittime. Guarito il primo paziente ricoverato al Covid Center dell’ospedale del Mare

martedì, 19 Maggio 2020 - 17:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA