Coronavirus, 150mila italiani per i test sierologici: si scoprirà chi è asintomatico. Al via la campagna promozionale

Coronavirus Test
(foto Kontrolab)

Sono iniziati ieri i test sierologici che interesseranno 150mila italiani selezionati a Campione. Il Ministero della Salute e l’Istat, in collaborazione della Croce Rossa Italiana, hanno avviato l’indagine di sieroprevalenza dell’infezione da Coronavirus con l’obiettivo di capire quante persone in Italia abbiano sviluppato gli anticorpi anche in assenza di sintomi.

Il test verrà eseguito su un campione di 150mila persone residenti in 2mila Comuni, distribuite per sesso, attività e sei classi di età. Gli esiti dell’indagine, diffusi in forma anonima e aggregata, potranno essere utilizzati anche per altri studi scientifici e per l’analisi comparata con altri Paesi europei. Per ottenere risultati affidabili e utili è fondamentale che le persone selezionate per il campione aderiscano. Partecipare non è obbligatorio, ma conoscere la situazione epidemiologica nel nostro Paese serve a ognuno di noi.

Le persone selezionate saranno contattate al telefono dai centri regionali della Croce Rossa Italiana per fissare, in uno dei laboratori selezionati, un appuntamento per il prelievo del sangue. Il prelievo potrà essere eseguito anche a domicilio se il soggetto è fragile o vulnerabile. Al momento del contatto verrà anche chiesto di rispondere a uno specifico questionario predisposto da Istat, in accordo con il Comitato tecnico scientifico.

La Regione comunicherà l’esito dell’esame a ciascun partecipante residente nel territorio. In caso di diagnosi positiva, l’interessato verrà messo in temporaneo isolamento domiciliare e contattato dal proprio Servizio sanitario regionale o Asl per fare un tampone naso-faringeo che verifichi l’eventuale stato di contagiosità. La riservatezza dei partecipanti sarà mantenuta per tutta la durata dell’indagine.

A tutti i soggetti che partecipano, sarà assegnato un numero d’identificazione anonimo per l’acquisizione dell’esito del test. Il legame di questo numero d’identificazione con i singoli individui sarà gestito dal gruppo di lavoro dell’indagine e sarà divulgato solo agli enti autorizzati.

Su tutte le reti Rai, sarà in onda uno spot dedicato all’indagine e locandine saranno affisse nelle farmacie e nelle parafarmacie, grazie alla collaborazione offerta da Federfarma e dalla Federazione dell’Ordine dei Farmacisti Italiani (FOFI).

Leggi anche:
– 
‘Ndrangheta: i lavori al cimitero di Reggio Calabria in mano alla cosca Rosimini, 10 arresti. C’è anche un dirigente del Comune
– 
Torre Annunziata: 19 arresti per spaccio di droga, estorsione ed armi
– 
Fase 2, il Governo placa le polemiche sugli assistenti civici: sì alla sorveglianza ma non avranno compiti di polizia
– 
Campania alla disfida dei baretti, De Magistris: «Apro tutto anche di notte». L’Unità di Crisi: «Rispettare le ordinanze»
– 
Marano, scacco alla camorra: 16 arresti. Decimata la frangia dei fedelissimi al capoclan Giuseppe Polverino | Gli arrestati
– Coronavirus, 92 vittime in 24 ore e 300 nuovi casi. Migliora la situazione in Lombardia
Bimbo di 3 anni si sporge dalla balaustra e precipita dal quarto piano nel Lodigiano
– Napoli, 38enne accoltellato a piazza Bellini: fermato un 34enne
– Open Arms, la Giunta vota sul processo a Salvini: numeri sul filo. E l’udienza sulla Gregoretti slitta a ottobre

martedì, 26 Maggio 2020 - 09:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA