Indossarono berretti con il volto di Hitler, ammenda da oltre 5mila euro per 8 tifosi del Verona

giudice martello

Decreto penale di condanna a un’ammenda da 5.600 euro per gli otto tifosi del Verona denunciati a febbraio per aver indossato berretti con raffigurato il volto di Adolf Hitler e l’emblema del club scaligero. Lo ha deciso il gip di Bologna Alberto Gamberini, su richiesta della procura. Le difese, a quanto si apprende, faranno opposizione.

I tifosi, sette uomini e una donna, tra i 22 e i 50 anni, tutti veronesi (difesi dagli avvocati Giovanni Adami, Andrea Bacciga e Giuseppe Trimeloni), erano stati identificati dalla polizia durante il filtraggio in occasione della partita Bologna-Verona che si è giocata il 19 gennaio allo stadio Dall’Ara. Rispondono della violazione della Legge Mancino, che punisce l’esibizione di simboli o slogan che esaltino l’ideologia nazifascista, e hanno ricevuto altrettanti ‘Daspo’ di due anni, confermati anche dopo un ricorso al Tar.

Leggi anche:
Il decreto Bonafede sui boss scarcerati finisce davanti alla Consulta: giudice impugna il provvedimento
– 
De Luca in pressing sul Governo: «Il ministero dell’Economia ci deve 240mila euro. Gualtieri? Non vorrei fosse spirato»
– Fase 2, in Veneto cade l’obbligo della mascherina all’aperto. Resterà nei luoghi chiusi
– Caporalato nella cantieristica navale: 19 persone denunciate. Scoperte false fatture per 15 milioni di euro

sabato, 30 maggio 2020 - 17:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA