Turismo, l’Austria chiude all’Italia. Conte: «Inaccettabile». I ministri trattano per ottenere la riapertura del confine

Uno scatto di Vienna

La decisione della Grecia (poi rivisitata e ammorbidita) e, da ultima, dell’Austria di mantenere chiusi i confini agli italiani sono «discriminatorie» e «inaccettabili».

Il premier Giuseppe Conte punta i piedi contro la scelta di alcuni Paesi di non consentire agli italiani il libero ingresso per trascorrere le vacanze e spiega che in queste ore diversi ministri, a cominciare dal titolare del dicastero degli Esteri Luigi Di Maio, sono impegnati a livello internazionale per evitare che l’Italia venga ulteriormente penalizzata. «Non vi è motivo che altri motivi adottino misure discriminatorie nei confronti dell’Italia – ha sottolineato Conte – Non vorrei che l’Italia si ritrovasse a pagare un lavoro di grande trasparenza».

Ad annunciare la decisione di Vienna di chiudere all’Italia è stato il ministro degli Esteri Alexander Schallenberg: l’idea è riaprire verso l’Italia «solo quando i numeri sui contagi lo permetteranno». Via libera, invece, ai cittadini provenienti da Germania, Liechtenstein, Svizzera, Slovacchia, Slovenia, Repubblica ceca e Ungheria.

Leggi anche:
– 
Processo a Felice Maniero, respinta istanza di ricusazione del giudice. E il pm chiede la condanna dell’ex boss del Brenta
– 
Riforma Csm e processo, vertice con scontro tra Bonafede e le opposizioni. Il centrodestra: «Proposte irricevibili»
– Anziana colpita alla testa e uccisa, sospetti sulla figlia
– Fase 3, in Sardegna c’è l’obbligo di registrazione per chi viene da fuori. La Regione attiva il contact tracing
– 
Nola, sequestrata una stamperia abusiva: nella ‘fabbrica del falso’ anche litri di gel igienizzante non a norma
– 
Cavalieri della Repubblica, Mattarella nomina gli eroi dell’emergenza Coronavirus: sono 13, uno è campano
– 
Camorra, 7 arresti nel clan Belforte: indagati moglie e genero del boss. Processione fatta passare sotto casa

mercoledì, 3 giugno 2020 - 19:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA