Droga ed estorsioni, 5 arresti: sventato un attentato incendiario a un ristorante nel Napoletano

Polizia

Gestiva l’approvvigionamento e la distribuzione della droga nelle piazze di spaccio di Nola e Saviano e anche in altre zone limitrofe del Napoletano il gruppo criminale sgominato dalla squadra mobile di Napoli che ha arrestato cinque persone accusate, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione aggravata dall’utilizzo del metodo mafioso e porto abusivo di armi.

Secondo gli inquirenti il gruppo era composto da Eugenio D’Atri, 36 anni, Giovanni D’Avino, 61 anni, Carmine Giugliano, 61 anni, Giuseppe Liberti, 37 anni e da Domenico Nappi, 36 anni. Gli investigatori della polizia di Stato e della DDA hanno scoperto che il gruppo ha chiesto e ottenuto il ‘pizzo’ da imprese che si erano aggiudicate appalti pubblici nel Comune di Saviano (Napoli) per la riqualificazione della rete fognaria, il rifacimento del manto stradale e la gestione della raccolta di rifiuti. Sventato, infine, un attentato incendiario ai danni di un ristoratore della zona.

Leggi anche:
– Coronavirus, dopo cento giorni riapre il pronto soccorso dell’ospedale Codogno
Associazione mafiosa ed estorsione, 11 arresti nel clan Noce di Palermo
– Jabil Marcianise, revocati i 190 licenziamenti. L’assessore Palmeri: «E’ il momento di presentare offerte»
– Processo a Felice Maniero, respinta istanza di ricusazione del giudice. E il pm chiede la condanna dell’ex boss del Brenta
– 
Riforma Csm e processo, vertice con scontro tra Bonafede e le opposizioni. Il centrodestra: «Proposte irricevibili»
– Anziana colpita alla testa e uccisa, sospetti sulla figlia

giovedì, 4 Giugno 2020 - 11:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA