Lecce, dirigente Asl e rappresentanti di protesi arrestati per corruzione: blitz della Finanza alla consegna della mazzetta

guardia di finanz

Una funzionaria dell’Ufficio protesi dell’Azienda sanitaria locale di Lecce è stata arrestata con le accuse di corruzione, falso ideologico e turbata libertà di scelta del contraente; la donna, Carmen Genovasi di 46 anni, è stata arrestata dal Gico della Guardia di Finanza insieme a un rappresentante di 57 anni, dipendente di un’azienda di Lecce che produce protesi.

I militari del Gico hanno compiuto un blitz nell’Ufficio protesi, all’ex ospedale in piazzetta Bottazzi, dove l’uomo sarebbe stato sorpreso mentre consegnava alla funzionaria 850 euro in cambio, secondo le indagini, di prescrizioni già autorizzate da portare poi all’Asl di Lecce per l’incasso. Le indagini, condotte dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Lecce, coordinate dalla Procura, parlano di un rapporto corrotto tra la funzionaria e alcuni imprenditori del settore protesi (ausili ortopedici e audiometrici), basato sullo scambio di denaro e altre regalie.

Secondo gli investigatori, la funzionaria assegnava le pratiche ai singoli imprenditori direttamente, di fatto ignorando il diritto del paziente di scegliere le protesi, spesso pagandole più del dovuto o fornendo ausili non esattamente adeguati alle necessità.

Leggi anche:
– 
Napoli, il Tar boccia l’ordinanza del Comune su bar, tavolini e gazebo. Il sindaco: «E’ un freno alla ripresa»
– 
Sant’Antimo, 59 arresti nella notte: svelati gli intrecci tra politica, camorra e imprese. Sequestrati beni per 80 milioni
– Bufera sulla procura di Trani, il Risame non fa sconti al magistrato Capristo: confermati i domiciliari
– Coronavirus, 65 vittime in 24 ore. In sette regioni non si registrano nuovi casi
– Coronavirus, l’Oms boccia i guanti: «Possono aumentare il rischio di infezione, meglio i gel igienizzanti»
– Ucciso per errore dalla mafia di Bari, l’Appello inasprisce la pena: ergastolo al boss che ordinò l’agguato
– 
Napoli, fuga in auto contromano per scappare alla polizia: 2 denunciati
– 
Napoli, ragazzo investito da un’auto: i parenti cercano di irrompere nel Cardarelli

 

martedì, 9 Giugno 2020 - 07:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA