Lotta al caporalato, 52 arresti tra Calabria e Basilicata: la Finanza sequestra 14 aziende agricole

caporalato

Lotta al caporalato: la Guardia di Finanza di Cosenza ha arrestato 52 persone tra Cosenza e Matera. Quattordici sono finite in carcere ed altre 38 sono ai domiciliari. Per altre 8 persone scatta l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Sono 14 le aziende agricole sequestrate: 12 si trovano in Basilicata e due in provincia di Cosenza.

L’operazione ha coinvolto oltre 300 finanzieri del Comando Provinciale di Cosenza, con l’ausilio di militari dei Reparti di Catanzaro e Crotone. L’ordinanza di applicazione di misura cautelare è stata emessa dal Gip di di Castrovillari, Luca Colitta, su richiesta del pm Flavio Serracchiani, a carico di 60 persone, indagate per associazione per delinquere finalizzata all’intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro ed al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Leggi anche:
– 
Roma, spaccio negli orti di San Basilio: 38 arresti. Un intero quartiere trasformato in mercato della droga aperto h24
– 
Undicenne muore annegato nel fiume Brenta, fatale un gioco con i fratelli: la madre tenta il suicidio, è salva
– 
Coronavirus, in Campania un nuovo contagio e zero vittime. La Regione sospende le tasse: stop al bollo auto
– 
Detenuto nasconde microcellulare nelle parti intime, la scoperta nel carcere minorile di Airola: allarme dei sindacati
– 
Stop ai balli lenti e ai drink al bancone, sì ai matrimoni senza buffet e al plexiglas al cinema: le regole delle Regioni
– 
Carcere per i giornalisti, la Corte Costituzionale rinvia: il Parlamento ha un anno di tempo per una nuova legge

mercoledì, 10 Giugno 2020 - 09:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA