Elezioni, la Camera dice sì al voto di settembre ma la data è l’ennesimo motivo di scontro tra Governo e Regioni

elezioni regionali

L’ennesimo scontro tra Regioni e Governo si consuma sul terreno delle elezioni. Le Regioni possono decidere in autonomia la data, l’esecutivo cerca concordia nell’indicare un giorno unico per le amministrative ma alcuni governatori, in testa Vincenzo De Luca, sono contrari soprattutto all’ipotesi di far riaprire le scuole per poi richiuderle in quanto sede di seggi. Il nodo dovrà essere sciolto a breve, il primo tassello è comunque piazzato: si vota in autunno sia per le Regionali che per le amministrative e il referendum. Il sì al decreto è arrivato ieri dalla Camera (con 253 sì, 203 no e 3 astenuti), entro sabato toccherà al Senato approvare definitivamente.

Per quanto riguarda la scelta dei nuovi sindaci, il decreto fissa una finestra temporale entro la quale inserire la data del voto e va dal 15 settembre al 15 dicembre. I Comuni che rinnovano i Consigli sono 1133 e secondo il Governo potrebbero votare il 20 settembre. Contrario il centrodestra che vorrebbe posticipare ad ottobre, ma ad ottobre è stato già deciso che si voteranno i ballottaggi.

Dubbi invece sull’election day per Comunali e  referendum sul taglio dei parlamentari. Una norma introdotta nel decreto su richiesta di M5s prevede, in deroga alla legge, l’accorpamento con le Comunali. Il Comitato promotore è contrarissimo all’election day e minaccia ricorso alla Consulta. Il governo tuttavia ha dato parere favorevole ad un ordine del giorno (di Simone Baldelli di Fi) che apre la possibilità all’accorpamento con il secondo turno.

Leggi anche / Rientro in classe, la Regione Campania pensa di posticipare il ritorno a scuola al 23 settembre in caso di elezioni

   Nell’election day si terranno le elezioni suppletive per il Collegio uninominale numero 3 della Sardegna (Sassari), per il decesso della senatrice Vittoria Bogo Deledda (M5s). Infine la patata bollente delle Regionali: si vota in sei regioni a statuto ordinario (Veneto, Liguria, Toscana, marche, Campania, Puglia( e in Valle d’Aosta (a statuto speciale). La finestra elettorale in questo caso va da domenica 6 settembre all’1 novembre. I governatori spingono tutti, anche quelli del centrodestra, per la prima domenica di settembre,. Il Viminale sta tentando una mediazione per convincerli a convocare anche essi le urne nel giorno delle Comunali, cioè il 20 settembre. Vincenzo De Luca attraverso l’assessore Fortini ha fatto sapere che in caso di votazioni il 20 settembre la Campania riaprirà le scuole il 23.

Le elezioni provinciali infine si svolgeranno 90 giorni dopo le Comunali. Le province sono infatti Enti di secondo livello, composte dai sindaci del territorio, dei quali si attende l’elezione.

Rispetto alle modalità di voto, si è stabilito che si andrà alle urne nella giornata di domenica, dalle ore 7 alle ore 23, e si voterà anche lunedì, dalle ore 7 alle ore 15. Alla chiusura dei seggi verrà effettuato prima lo spoglio delle suppletive per il Senato (solo a Sassari), poi per il referendum, per le regionali e infine per le comunali.

Leggi anche:
– 
Rientro in classe, la Regione Campania pensa di posticipare il ritorno a scuola al 23 settembre in caso di elezioni
 ‘Ndrangheta, colpo alla cosca Longo-Versace di Polistena: 22 arresti e sequestro di beni da 5 milioni di euro
Coronavirus, 26 vittime in Italia: il dato più basso dal 28 febbraio. In Campania 4 nuovi positivi ma nessun decesso
Brescia, bimbo di 6 anni travolto da un trattore: ricoverato in gravi condizioni
– Elezioni, appello di Zingaretti al governo: «No ai seggai elettorali nelle scuole per non interrompere l’anno scolatico»
– Chiusa l’indagine sulla morte del parà Emanuele Scieri: cinque indagati per omicidio
– 
Coronavirus, al via le richieste per ottenere i contributi a fondo perduto: ecco chi ne ha diritto
– 
Immigrazione clandestina, 3 indagati nel Napoletano: sospeso dipendente dell’Anagrafe del Comune di Marano
– 
La fase 3 entra nel vivo: riaprono terme, centri estivi, cinema e teatri. Ecco il calendario delle ripartenze

 

martedì, 16 Giugno 2020 - 08:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA