Posto auto conteso, a Portici scoppia la rissa tra due famiglie vicine di casa e spuntano le spranghe: 4 arresti

La spranga sequestrata

E’ stato un posto auto conteso a scatenare la rissa che ieri a Portici si è conclusa con l’arresto di 4 persone. E’ accaduto nel pomeriggio, quando i carabinieri sono intervenuti in via primo cortile Moretti dove alcuni residenti avevano segnalato il litigio in atto tra i componenti di due nuclei familiari che abitano in appartamenti della stessa palazzina.

Il diverbio, secondo quanto è poi emerso, è iniziato a causa di un parcheggio conteso. Poi è degenerato: i quattro si sono picchiati selvaggiamente e, nel corso del litigio, due uomini (padre e figlio) avrebbero utilizzato delle spranghe di ferro – una delle quali sequestrata – per colpire i vicini di casa.

Sul posto è intervenuta una pattuglia dei carabinieri, i militari hanno prima calmato gli animi e poi arrestato padre e figlio, di 64 e 30 anni, e altre due persone (fratello e sorella) di 55 e 61 anni. Sul luogo della rissa anche un’ambulanza per soccorrere le persone ferite, che se la caveranno con pochi giorni di riposo. Sono tutti ai domiciliari.

Leggi anche:
– 
Truffe alle assicurazioni, 10 arresti a Livorno: medici e avvocati falsificavano certificati per i risarcimenti
– 
A Napoli in migliaia in strada a festeggiare la Coppa Italia, distanziamento sociale addio. Guerra (Oms): «Sciagurati»
– 
Napoli, gambizzato con 4 colpi di arma da fuoco mentre passeggia: giallo nel quartiere San Lorenzo
– 
Cocaina, arresti a Roma: c’è anche il 24enne accusato dell’omicidio Sacchi. Sms ai clienti: «Il Covid è finito, torniamo»
– 
Rinascita Scott, altri 11 arresti nell’inchiesta che ha sgominato i traffici della ‘ndrangheta vibonese: 479 indagati
– 
In Campania obbligatorio avere la mascherina con sé. Contagi a +1, ad Avellino si sperimenta il plasma
– 
«Pericolo di fuga»: disposti l’obbligo di dimora e il divieto di espatrio per Massimo Carminati
– 
Riciclaggio e bancarotta, arrestato il presidente della Blutec di Termini Imerese

giovedì, 18 Giugno 2020 - 11:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA