Inchiesta sulle mascherine, lo sfogo di Ieffi nel giorno dell’avvio del processo: «In cella trattato come un pedofilo»

L'imprenditore Antonello Ieffi

«E’ stata una esperienza dura. In carcere sono stato minacciato e trattato come un pedofilo perché pensavano che avessi rubato soldi pubblici in un momento drammatico per l’Italia. Io non ho rubato nulla: volevo solo fare qualcosa di utile per il mio Paese». Nel giorno dell’apertura del processo di primo grado che lo vede imputato per turbativa d’asta in relazione e inadempimento di contratti di pubbliche forniture nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Roma su un lotto di gara Consip da 15,8 milioni euro per l’acquisto e la fornitura di mascherine, l’imprenditore romano Antonello Ieffi affida ai suoi avvocati un primo commento su questi mesi di detenzione preventiva, tra carcere e arresti domiciliari. Parole che si aggiungono a quella che sarà la linea che la difesa (avvocati Ivano Chiesa e Andrea Coletta) sosterranno a giudizio.

«Lo Stato non ha tirato fuori un euro per la fornitura – dicono i difensori – e alcuna somma è stata incassata dal nostro assistito: non c’e’ alcuna turbativa d’asta». L’indagine fu avviata a piazzale Clodio dopo una denuncia della Centrale unica d’acquisti della pubblica amministrazione relativa alla fornitura di 24 milioni di mascherine chirurgiche. L’esposto faceva riferimento ad una serie di anomalie riscontrate nell’ambito della procedura di una gara, del valore complessivo di oltre 253 milioni di euro, bandita d’urgenza per garantire l’approvvigionamento di dispositivi di protezione individuale e apparecchiature elettromedicali. In particolare, il lotto n. 6 della gara, dell’importo di circa 15,8 milioni di euro, relativo alla fornitura di mascherine chirurgiche, e che era stata vinta da Biocrea Società Agricola a Responsabilità Limitata riconducibile a Ieffi.

Leggi anche:
– 
Morto Alfredo Biondi, ex ministro della Giustizia con Berlusconi. Firmò il decreto che bloccò gli arresti per Mani Pulite
– 
Truffe nelle aste giudiziarie del Tribunale di Milano, arrestato un professionista
– 
Lavori al Palazzo di Giustizia di Caltanissetta: 9 indagati. Coinvolto imprenditore napoletano dell’antiracket
– 
Roma, soldi in cambio di un ‘aiutino’ per il condono edilizio: 6 persone ai domiciliari. C’è anche un funzionario del Comune
– 
Scuola, ecco le linee guida per il rientro: lezioni il sabato, turni e didattica a distanza solo per le Superiori
 Coronavirus in Campania, +10 positivi. A Mondragone si teme la ‘fuga’ dei positivi della comunità bulgara nell’ex Cirio
– 
‘Ndrangheta, retata della polizia contro le cosche di Reggio Calabria: 21 arresti per estorsioni e armi
– 
Coronavirus, Italia pronta a scrivere la parola fine: 18 vittime e 122 contagi. E’ il dato minimo registrato dal 2 marzo

mercoledì, 24 Giugno 2020 - 14:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA