Scuola, il Tar annulla la graduatoria del concorso per presidi del 2017: va rifatta

Scuola

Va rifatta la graduatoria del concorso dei dirigenti scolastici indetto nel novembre 2017. Il Tar del Lazio oggi ha dato ragione ad un ricorrente – difeso dall’avvocato Domenico Naso e dall’avvocatessa Francesca Virgache – che aveva partecipato al concorso ed era stato inserito nella graduatoria finale in una posizione a suo parere non corrispondente a quella che gli sarebbe spettata sulla base dei titoli posseduti. Dopo la sentenza del Tar di oggi il ricorrente ha ora diritto alla rivalutazione dei propri titoli.

Il Tar Lazio ha accolto infatti il suo ricorso, annullando la graduatoria finale del concorso per dirigenti scolastici, con obbligo per il ministero dell’Istruzione di provvedere alla rivalutazione dei titoli del ricorrente e alla nuova formulazione della graduatoria finale dei vincitori del concorso.

Leggi anche:
Bufera sui magistrati, la procura generale in Cassazione fa il punto sulle azioni disciplinari: convocata conferenza stampa
Zanardi, la preghiera del Papa: «Ha fatto della disabilità una lezione di umanità». Condizioni critiche, prosegue l’inchiesta
– 
‘Ndrangheta, ex parroco condannato a oltre 14 anni: aprì a una cosca le porte del centro di accoglienza per i migranti
Roma, il nuovo procuratore generale è Antonio Mura: scelto all’unanimità dal Csm, succede a Salvi
– 
Morto Alfredo Biondi, ex ministro della Giustizia con Berlusconi. Firmò il decreto che bloccò gli arresti per Mani Pulite
– 
Truffe nelle aste giudiziarie del Tribunale di Milano, arrestato un professionista
– 
Lavori al Palazzo di Giustizia di Caltanissetta: 9 indagati. Coinvolto imprenditore napoletano dell’antiracket
– 
Roma, soldi in cambio di un ‘aiutino’ per il condono edilizio: 6 persone ai domiciliari. C’è anche un funzionario del Comune
– 
Scuola, ecco le linee guida per il rientro: lezioni il sabato, turni e didattica a distanza solo per le Superiori

mercoledì, 24 giugno 2020 - 16:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA