Crollo di Albizzate, c’è il primo iscritto nel registro degli indagati. Nominati due consulenti

Albizzate

Una persona è stata iscritta nel registro degli indagati per il crollo della porzione di tettoia che l’altro ieri ha provocato la morte di Faouza Taoufiq, 38 anni, e di due dei suoi tre figli, di 5 anni e 15 mesi, ad Albizzate (Varese). Sull’identità dell’indagato è mantenuto il riserbo. Tra la ventina di persone sentite dalla Procura di Busto Arsizio anche il proprietario dell’immobile, un imprenditore del Varesotto. Poi tutti coloro che erano presenti al momento della tragedia, incluso il sindaco Mirko Zorzi, illeso per miracolo, i dipendenti delle varie attività all’interno dell’ex cotonificio.

Tra le persone sentite anche un uomo che ha affermato di aver notato una crepa nella parte esterna dello stabile e di averlo segnalato qualche giorno prima perché fossero effettuati dei controlli. Il pm Nadia Calcaterra, che coordina le indagini affidate ai carabinieri, riesaminerà, insieme ai due ingegneri nominati consulenti, i documenti relativi alla struttura, dal cambio di destinazione d’uso in poi.

Leggi anche:
– Scuola, è ufficiale: riapertura il 14 settembre. Il ministro Lucia Azzolina: «Lezioni anche fuori dalle scuole»
Coronavirus, continua l’altalena dei nuovi casi: oggi sono 259. Decedute 30 persone. In Campania tre positivi
– Ercolano, nella notte esplode una bomba carta: danneggiata un’automobile
– Ubriaco e senza patente perde il controllo dell’auto: bimba di 2 anni travolta, ricoverata in gravi condizioni
Cadono pietre, sequestrato l’Arco di Adriano a Santa Maria Capua Vetere

venerdì, 26 giugno 2020 - 20:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA