Inchiesta ‘Mondo di mezzo’, tornano in libertà per decorrenza dei termini Salvatore Buzzi e Luca Gramazio

Tribunale aula

Dopo la scarcerazione per decorrenza dei termini di Massimo Carminati, anche Salvatore Buzzi e Luca Gramazio, due degli imputati eccellenti del processo ‘Mondo di mezzo’, tornano in libertà. Anche per Buzzi e Gramazio si tratta di scarcerazione per decorrenza, disposta dalla Corte di Appello di Roma. Entrambi si trovano agli arresti domiciliari. Disposti anche obbligo di dimora per Buzzi e divieto di espatri per tutti e due. Nel provvedimento i giudici dichiarano «la perdita di efficacia dei provvedimenti cautelari in relazione a tutti i capi di imputazione per i quali erano stati adottati per decorso dei relativi termini massimi di custodia cautelare».

Massimo Carminati ha lasciato il carcere di Oristano lo scorso 16 giugno tornando libero dopo 5 anni e 7 mesi di detenzione. L’istanza di scarcerazione presentata dai suoi legali è stata accettata dal Tribunale della Libertà dopo i primi tre rigetti della Corte di Appello, per scadenza dei termini di custodia cautelare. Lo scorso 12 giugno, sono state pubblicate dalla Cassazione le motivazioni che spiegano l’impossibilità di contestare ai coinvolti nell’operazione ‘Mondo di mezzo’ l’aggravante mafiosa dell’associazione a delinquere. Per i giudici della Suprema Corte si trattava di ‘corruzione sistematica’ e non di mafia: una svolta che ha di fatto ‘demolito’ l’inchiesta della Procura romana partita nel 2010. Una decisione che scatenò numerose polemiche.

Leggi anche:
– 
Pensioni, a luglio arriva la quattordicesima: requisiti e modalità per ottenerla
– 
Catania, uccise il figlio di 3 mesi scaraventandolo a terra: 28enne condannata a 10 anni
– 
Strangolata e annegata nella vasca da bagno, rinviato a giudizio l’ex fidanzato
– 
Caso Saguto: confermata in appello la condanna del giudice Licata. Assolto l’ex membro del Csm Tommaso Virga
– 
Messina, appalti truccati per lavori autostradali: 3 indagati. Per i pm familiari assunti nelle imprese aggiudicatarie
– 
A Mondragone è arrivato l’Esercito: il caso diventa terreno di scontro elettorale mentre salgono i contagi in Campania: +17

venerdì, 26 Giugno 2020 - 10:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA