Furto di carburante dai mezzi dell’azienda rifiuti di Palermo, 11 dipendenti indagati saranno licenziati

Tribunale Palermo

Saranno licenziati gli 11 dipendenti della Rap, azienda per la raccolta dei rifiuti di Palermo, accusati di furto di carburante e raggiunti ieri da ordinanza di custodia nell’ambito di un’operazione dei carabinieri. Lo ha deciso Giuseppe Norata, il presidente dell’azienda che si occupa della gestione dei rifiuti a Palermo, insieme al Comune. L’azienda sottolinea come questa indagine sia la «prosecuzione di una avviata nel 2018, che già aveva portato ad alcuni arresti e licenziamenti, scaturita da accertamenti fatti proprio dalla Rap a seguito delle anomalie registrate nel consumo di carburante presso l’impianto di Bellolampo. Le verifiche svolte internamente avevano infatti mostrato come nel 2017 e nel 2018 vi fosse stata un’anomala impennata dei consumi di carburante, che non trovava alcuna giustificazione nell’attività svolta. Il danno stimato era di circa 30 mila euro mensili».

«Dai lavoratori della Rap, e per fortuna per la stragrande maggioranza di loro è così – afferma il sindaco di Palermo Leoluca Orlando – ci aspettiamo non solo la normale professionalità che ci si aspetta da un dipendente di azienda pubblica, ma anche gratitudine verso la città e la comunità per aver evitato che qualche anno fa, col fallimento di Amia, centinaia di persone perdessero il posto di lavoro».

Leggi anche:
– 
Mafia, 11 arresti nel Palermitano: negozianti vessati per il pizzo. Le mani del clan Farinella sulle forniture di carne
– C
oronavirus, morti al minimo ma guardia alta sui focolai. A Mondragone +23 positivi, chiuso un mattatoio a Mantova
Tatuaggi sulle braccia, il Tar di Bologna annulla la sanzione della perdita del grado per rimozione
Procura di Perugia, si insedia Raffaele Cantone: «Impegno per caso Palamara, ma non solo per quello»
Scontro tra furgone e tir sulla Milano-Napoli, due persone decedute nel Bolognese
Bologna, carabiniere investito da rapinatori in fuga: è grave. Ricercati i malviventi
Regionali in Campania, dopo gli attacchi di Salvini Cesaro jr non si ricandida e cita Turati per attaccare il leader leghista
– 
Sequestro di guanti in lattice nel porto di Genova: carico privo di autorizzazioni destinato ad azienda di Lecco

martedì, 30 giugno 2020 - 08:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA