Procura di Roma, è braccio di ferro sulla nomina di Prestipino: tre magistrati fanno ricorso al Tar Lazio

Csm

E’ braccio di ferro sulla nomina del procuratore di Roma. La decisione, a maggioranza, del plenum del Csm di assegnare l’incarico che fu di Giuseppe Pignatone a Michele Prestipino Giarritta non è andata giù a ben tre candidati che hanno deciso di presentare ricorso.

Dopo Marcello Viola, anche altri due magistrati si sono rivolti al Tar. Oggi il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi ha depositato il ricorso dinanzi al Tar; il 23 giugno scorso, invece, era stato il procuratore di Firenze Giuseppe Creazzo a depositare ricorso. Creazzo assume di avere più titoli di Prestipino. I due magistrati sono arrivati al ‘ballottaggio’ dinanzi al plenum del Consiglio superiore della magistratura.

Leggi anche:
– Esame avvocato, a Napoli 35% di promossi agli scritti. Majolo (UpAvv): «Barzelletta, corretti 12mila compiti in un mese»
– 
Milano, 68enne muore accoltellato: arrestato un vicino di casa 46enne. Alla base dell’omicidio dissapori condominiali
– 
Indennità a pioggia su medici di guardia, per la Finanza non erano dovute: buco da 20 milioni nei conti della Sanità ligure
– 
Gli affari della ‘ndrangheta brianzola con gli alberghi in crisi: 4 arresti. Un hotel ligure nelle mani della cosca
– 
Furti d’auto in 60 secondi poi il cavallo di ritorno: colpi a raffica nel parcheggio del Vulcano Buono di Nola, 4 indagati
– 
Furto di carburante dai mezzi dell’azienda rifiuti di Palermo, 11 dipendenti indagati saranno licenziati

martedì, 30 giugno 2020 - 18:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA